Svanire d’amore e d’ideale: inchiesta storica sullo svanimento di Carlo Cafiero

[epvc_views]

Il saggio “Svanire d’amore e d’ideale. Inchiesta storica sullo svanimento di Carlo Cafiero” è stato pubblicato da Valerio Lisi presso Les Flaneurs Edizioni. Questo volume, improntato come un’inchiesta storica, analizza la vita di Carlo Cafiero, una figura di grande rilievo nel movimento anarchico della seconda metà del XIX secolo. L’autore indaga sui motivi per cui, tra il 1881 e il 1882, il desiderio di Cafiero di combattere un mondo profondamente ingiusto attraverso il pensiero e l’azione si esaurì.

Valerio Lisi

(Les Flaneurs Edizioni)

Genere: Saggistica

Collana: Histoire  

Pagine: 278 

Prezzo: € 19,00 

Data di uscita: 22/7/2024

“che tu cadrai, fanciulla mia gioconda, colpita in mezzo al petto Io poserò sulla tua testa bionda il capo maledetto. Serrati in un amplesso unico e santo, perché non profanato, noi morirem l’uno dell’altro accanto, amata e amato!”

 Questo volume – improntato nella veste di inchiesta storica – analizza la vita di Carlo Cafiero, tra le figure di maggior rilievo del movimento anarchico della seconda metà dell’800, e indaga sui motivi per cui, tra il 1881 e 1882, il suo desiderio di combattere col pensiero e con l’azione un mondo profondamente ingiusto si esaurì. Per intraprendere questa inchiesta siamo partiti da un’asserzione dello storico Pier Carlo Masini: che all’estenuazione psicologica di Carlo abbia contribuito l’innamoramento non corrisposto per Anna Kuliscioff. Attraverso l’aiuto di fonti documentarie siamo tornati sul percorso solcato da Carlo e Anna tra la Svizzera, l’Italia e l’Ucraina dal 1872 al 1883, ricostruendone le dinamiche, i possibili punti di contatto e le amicizie comuni, tra cui quelle con Engels e Bakunin.

BIOGRAFIA

Valerio Lisi è nato il 20 aprile del 1965 a Taranto da famiglia leccese. Diplomato presso il liceo “Archita” di Taranto e laureato in Economia e Commercio a pieni voti all’Università di Pavia, ha svolto l’attività di pubblico dipendente per oltre vent’anni. Dal 2006 si dedica a ricerche storiche in ambito risorgimentale. Fa parte dei comitati tarantini dell’Istituto per la Storia del Risorgimento, della Società di Storia Patria e dell’Associazione Mazziniana. Collabora a giornali e riviste del settore. Il suo primo saggio storico, L’Unità e il Meridione. Nicola Mignogna, è stato pubblicato nel 2011 dall’editore Lupo di Copertino (Le) grazie al contributo del Comune di Taranto. È in corso di pubblicazione, per l’editore Francesco D’Amato di Nocera Inferiore (Sa), il suo secondo saggio storico Radici democratiche nell’Ottocento. Giuseppe Fanelli con Mazzini, Pisacane, Bakunin.

News dal Network

Promo