Taranto, la ” “Mediterraneo Open Water Taranto 2024”: il programma del 21 e 22 settembre

[epvc_views]

Taranto, patria e città simbolo della competizione “Nuoto di fondo”, è pronta a ospitare uno degli eventi più significativi di questa disciplina. Il 21 e 22 settembre si disputerà la “Mediterraneo Open Water Taranto 2024”, un torneo internazionale (organizzato da Mediterraneo Sport Taranto e sostenuto dalla Regione Puglia). A presentare la competizione sono stati il vicesindaco e assessore allo Sport Gianni Azzaro, il consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio, presidente della II Commissione consiliare Regione Puglia, Flavio Musolino, presidente della Lega Navale, Antonello Cassalia, amministratore della società Mediterraneo, Christian Zicche, direttore Swimbiz, Massimo Donadei, presidente del comitato organizzatore “Mediterraneo Open Water” nella Sala degli Specchi di Palazzo di Città. Le gare inizieranno e termineranno tutte nel Canale Navigabile, in prossimità del Ponte Girevole. Sabato 21 si disputeranno le sfide sulla distanza del miglio marino (1850 metri) per gli atleti Fin e non: alle 9.45 partiranno agonisti, alle 10.00 i master, mentre alle 11.30 si cimenteranno i non tesserati. Ci sarà anche una gara appositamente per i ragazzi: la 450 metri all’interno della darsena della Lega Navale. Domenica 22 spazio ai 3 km. percorso riconosciuto a livello nazionale presente nel Grand Prix Italia Nuoto di Fondo della Fin (Federazione italiana nuoto): alle 10.15 toccherà agli agonisti, mentre alle 10.30 ci saranno i master. Ci sarà un’ambientazione al quanto affascinante che caratterizzerà questa edizione. Il ritorno al Castello Aragonese sarà la cornice perfetta per una competizione di grande spessore: partenza e ritorno nel Canale Navigabile, passaggio sotto il Ponte Girevole, per poi fiancheggiare le torri della rocca. I meriti vanno tutti alla grande collaborazione avuta con l’ammiraglio di squadra Vincenzo Montanaro, comandante del Comando Marittimo Sud della MM. La competizione attirerà professionisti da tutto il mondo, a cominciare da Fabrizio Antonelli tecnico della nazionale di nuoto di fondo. Presenti anche gli atleti della nazionale italiana Domenico Acerenza e Barbara Pozzobon. Numerose le collaborazioni che hanno contribuito all’organizzazione dell’evento, ma più che mai va sottolineato il rapporto con il mare e la Marina Militare. Diverse le voci che hanno commentato il torneo che si svolgerà a Taranto:

Gianni Azzaro (vicesindaco di Taranto): «Siamo particolarmente felici di accogliere questo evento e di farlo in quello che possiamo definire quasi uno stadio naturale del nuoto sullo sfondo del Castello Aragonese, del Ponte Girevole e del Lungomare. Dopo il successo delle precedenti edizioni, siamo certi che saranno numerosi gli atleti che verranno a Taranto. Inoltre, questo evento ci sta particolarmente a cuore perchè punta sulla risorsa mare, uno degli asset di intervento più importanti dell’Amministrazione comunale».

Vincenzo Di Gregorio (consigliere regionale): «La Regione Puglia sostiene i grandi eventi sportivi come Mediterraneo Open Water perchè riconosce il valore promozionale dello sport. Il mare, le bellezze di Taranto, la presenza di grandi campioni a cominciare dal nostro Mimmo Acerenza, lucano, ma possiamo dire pugliese di adozione, faranno di questo evento una vetrina di prestigio per il capoluogo ionico. La Regione Puglia crede molto nel valore dello sport e si candida a diventare Regione europea dello sport. Proprio lunedì prossimo verrà ufficialmente presentato il logo ufficiale della candidatura».

Flavio Musolino (Lega Navale Taranto): «La mission della Lega Navale è la promozione del mare e delle attività ad esso collegate per cui questa manifestazione intercetta perfettamente il nostro impegno. Con Mediterraneo Sport c’è una lunga e positiva collaborazione che lo scorso anno ha portato alla realizzazione della pedana mobile che rende possibile l’accesso alla Lega Navale anche ai disabili. Quest’anno non ospiteremo gli atleti, ma nella nostra sede si svolgeranno importanti attività».

Massimo Donadei (presidente comitato organizzatore): «Saranno due gare di alto livello. Il mare di Taranto accoglierà atleti di importanza internazionale. Testimonial della competizione è Domenico Acerenza, specialista delle acque libere che parteciperà alle prossime olimpiadi di Parigi. Sarà una gara vera, importante e con tanti atleti. Il nostro obiettivo è promuovere lo sport e in particolare il nuoto, ma abbiamo a cuore il territorio per cui vogliamo valorizzare il nostro mare e le nostre bellezze. La nostra è una manifestazione totalmente inclusiva e attenta. Ringrazio tutti i partner istituzionali e privati, i nostri sponsor che credono nella manifestazione, lo staff e i volontari che contribuiscono alla sua riuscita».


News dal Network

Promo