Taranto: scoperta coltivazione di marijuana, 50enne arrestato

[epvc_views]

I carabinieri nel corso di un servizio finalizzato al contrasto al narcotraffico, hanno arrestato un 50enne di Martina Franca, Taranto, presunto responsabile di detenzione di droga, per finalità di spaccio. I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Martina Franca, dopo aver individuato una coltivazione di marijuana presso una abitazione di campagna, si sono appostati nei pressi della suddetta, e, con un binocolo di precisione, si sono accorti dei frequenti movimenti dell’uomo che dalla sua abitazione si recava verso l’orto attiguo alla casa stessa per accudire con cura le sue piante, innaffiandole e coltivarle regolarmente.

I carabinieri sono intervenuti e hanno rinvenuto 15 piante di marijuana dell’altezza di circa un metro e mezzo, e, dopo un’attenta perquisizione all’interno dell’abitazione, hanno recuperato quasi due chili e mezzo di marijuana, confezionata, per la conservazione e la successiva rivendita, in 7 buste sottovuoto dal peso di 300 grammi cadauna, un panetto di hashish, messo anch’esso sottovuoto, del peso di 100 grammi, ed infine, altri 350 grammi custodita in un barattolo in vetro. La perquisizione veniva estesa anche all’appartamento del primo piano, sempre di proprietà dell’uomo, ma in uso ad un 52enne suo amico, resosi nel frattempo irreperibile, dove veniva rinvenuta altra marijuana, già confezionata in 2 buste sottovuoto dal peso complessivo di 356 grammi, contenute a loro volta in un barattolo in vetro, un bilancino digitale e materiale per il confezionamento.

La sostanza stupefacente, frutto della coltivazione intensiva della marijuana e, che avrebbe alimentato il locale mercato illecito, come da prassi, è stata consegnata al personale specializzato del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Taranto, per i successivi accertamenti. L’arrestato è stato condotto presso la casa circondariale di Taranto in attesa di convalida mentre per il 52enne, che si è reso irreperibile, è stato denunciato in stato di libertà alla Procura jonica.

News dal Network

Promo