Assistenza Domiciliare Integrata a Taranto: un punto centrale per il supporto sul territorio

[epvc_views]

L’Assistenza Domiciliare Integrata (ADI) e il Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD) rappresentano un pilastro essenziale per il benessere dei cittadini di Taranto. Tuttavia, negli ultimi tempi, si è verificato un cambiamento significativo: fino al 2023, l’ADI era gratuita per tutti, ma con l’approvazione del “Regolamento per l’Accesso al Sistema di Interventi e Servizi Sociali,” è stata introdotta la compartecipazione finanziaria basata sul reddito ISEE. Questo ha posto una sfida per coloro che usufruiscono di questi servizi, specialmente per gli anziani e i disabili.

L’Assessore ai Servizi Sociali, Gabriella Ficocelli, ha dichiarato che l’amministrazione comunale sta valutando diverse soluzioni per affrontare questa situazione. Tra le opzioni considerate ci sono la rateizzazione dei pagamenti e la revisione del regolamento comunale. L’obiettivo è garantire che le persone fragili ricevano l’assistenza necessaria senza creare ulteriori difficoltà.

Inoltre, durante l’emergenza Covid, i centri PrivatAssistenza di Taranto e provincia hanno continuato a fornire servizi a domicilio in sicurezza, utilizzando dispositivi di protezione individuale e monitorando costantemente la temperatura dei pazienti.

Per attivare l’ADI, è necessario segnalare il bisogno al Punto Unico di Accesso (PUA) del Distretto Socio Sanitario Aziendale tramite il Medico di medicina generale o il Pediatra di libera scelta. Questo dimostra l’impegno del Comune di Taranto nel supportare i propri cittadini attraverso servizi domiciliari di qualità.

News dal Network

Promo