Taranto, Cisl Fp: “perdere i fondi pnrr asili nido significa rinunciare al futuro del territorio esami di maturità in Puglia,”

[epvc_views]

Una comunità come quella tarantina ha bisogno di risposte concrete anche e soprattutto in  ambito formativo della prima infanzia. La Cisl FP è in questo momento impegnata su due fronti,  quello della rivalutazione del personale educativo e quello del reperimento di risorse eterofinanziate per aumentare e migliorare i servizi offerti.
Fabio Ligonzo Segretario della CISL FP del Comune di Taranto aveva sottolineato, un mese fa,  l’importanza di accedere ai finanziamenti pari a 5.184.000 Mln di euro messi a disposizione dal  nuovo bando del PNRR pubblicato il 30 aprile scorso, e l’attivazione di ulteriori 216 posti in asili nido  sul nostro territorio.
Il fine era raggiungere l’obiettivo europeo del 33% relativo ai servizi per la prima infanzia (Taranto è al 16,1%), colmando il divario oggi esistente sia per la fascia 0-3 che per la fascia 3-6 anni,  riconoscendo a bambine e bambini il diritto all’educazione fin dalla nascita e garantendo un percorso educativo unitario e adeguato alle caratteristiche e ai bisogni formativi di quella fascia d’età, anche grazie a spazi e ambienti di apprendimento innovativi.

La mancanza di strutture adeguate per i bambini rappresenta un ostacolo significativo per molte donne, soprattutto per quelle che desiderano mantenere o reinserirsi nel mondo del lavoro dopo la maternità. I dati parlano chiaro: una donna su cinque in Italia è fuori dal mercato del lavoro.

L’ampliamento di asili nido, come auspicato da Ligonzo, avrebbe offerto un supporto  concreto a queste donne, consentendo loro di conciliare più facilmente le esigenze lavorative con  quelle familiari. Questo, a sua volta, avrebbe avuto un impatto positivo sull’economia,
incrementando la forza lavoro femminile e favorendo la crescita professionale delle donne.
Riguardo a questi temi, il sindacato si interroga quotidianamente, cercando di fornire soluzioni  concrete senza innescare polemiche. Tuttavia, il Ministero dell’Istruzione e del Merito aveva previsto per Taranto, prima città pugliese, l’erogazione di ingenti somme di denaro che non avremmo dovuto assolutamente lasciarci sfuggire. Per la CISL FP, questa opportunità rappresenta una scelta strategica fondamentale per il territorio. È mancato come sempre il confronto, al quale il sindacato pone estrema attenzione e priorità. “

News dal Network

Promo