Di Gregorio: “Nelle campagne del tarantino è già emergenza idrica”

[epvc_views]

Dichiarazione stampa del consigliere regionale Vincenzo Di Gregorio (Pd), presidente II Commissione consiliare Regione Puglia

«L’estate non è ancora arrivata, ma in Puglia e in particolare nelle campagne della provincia di Taranto, è già emergenza idrica. La siccità, la scarsa manutenzione degli impianti irrigui, la mancata entrata in funzione degli stessi, le bassissime percentuali di riutilizzo delle acque depurate e affinate, stanno mettendo a dura prova la tenuta delle coltivazioni.  Se n’è discusso questa mattina in IV Commissione, nel corso di alcune audizioni. Particolarmente grave è la situazione nel Tarantino. La Diga di San Giuliano (gestita dalle Regioni Basilicata e Puglia), ha una capacità quasi dimezzata: -46 milioni di metri cubi di acqua. Ad aggravare la situazione si è aggiunto il crollo di una galleria di adduzione in seguito alla quale l’erogazione è stata sospesa. I tecnici sono al lavoro per realizzare un bypass utilizzando una canna del Sinni che corre parallela all’impianto di San Giuliano.
Al di là delle emergenze, la grande sete della Puglia arriva da lontano. La creazione del Consorzio unico di bonifica ha proprio il compito di rendere più efficiente il servizio per gli agricoltori e risanare gli impianti ed i bilanci».

«Il futuro potrebbe essere meno drammatico. Si sta lavorando, infatti, al ripristino della Diga del Pappadai, mai entrata in funzione, e con una capacità di accumulo di 20 milioni di metri cubi. I fondi del Pnrr (Piano nazionale di ripresa e resilienza) assegnano alla Puglia 300 milioni di finanziamenti per le reti irrigue e 100 milioni per gli impianti di depurazione. La Puglia è una regione a forte vocazione agricola per cui queste vicende sono di fondamentale importanza. Bisogna, però, avere la consapevolezza che per risolvere questa situazione occorre il massimo impegno di tutti: istituzioni, parti sociali, consorzi, enti di irrigazione».

News dal Network

Promo