Taranto: accoltella marito e lo soccorre ma poi va al lavoro, arrestata per tentato omicidio

105 Visite

Ha accoltellato il marito, forse per questioni di gelosia. Poi però ha deciso di soccorrerlo prima di andare a lavorare. E’ accaduto ieri mattina a Taranto. La Polizia di Stato ha arrestato, nel pomeriggio, sempre di ieri, una donna ritenuta presunta responsabile del reato di tentato omicidio. A soccorrere l’uomo è stato il personale del servizio 118, avvisato dalla sala operativa della questura a seguito di una chiamata al 113. La vittima, raggiunta da alcuni fendenti, sentita dai poliziotti della Squadra Mobile, ha prima riferito di non ricordare l’esatta dinamica dei fatti perché sotto effetto di sostanze alcoliche. I sanitari del 118 hanno, invece, riferito che l’uomo era stato soccorso nell’androne del suo condominio al quartiere Tamburi, dove si trovava insieme a una donna di circa 40 anni, in seguito sparita.

All’interno dell’abitazione, i poliziotti hanno trovato alcuni indumenti intrisi di sangue, motivo per cui era plausibile ipotizzare che l’accoltellamento si fosse consumato all’interno dell’appartamento. Avendo maturato sospetti circa la presunta responsabilità della moglie, la Squadra Mobile ha avviato le ricerche della donna la quale, secondo quanto accertato, era impegnata in servizi di assistenza ad anziani. Per questo i poliziotti sono dovuti risalire al luogo in cui prestava servizio e alle generalità delle persone assistite. Dopo qualche tempo, grazie alle ricerche ed all’intermediazione di persone a lei vicine, sollecitate dagli investigatori, la donna si è presentata nella Questura, accompagnata da un avvocato difensore di fiducia. Agli agenti ha raccontato di aver accoltellato il marito per motivi dettati dalla gelosia, ma di averlo soccorso subito dopo, cercando di bloccare la fuoriuscita del sangue fino all’arrivo dei sanitari. La donna è stata arrestata e condotta nel carcere di Taranto.

News dal Network

Promo