Il mercato del lavoro sorride: crescono gli occupati e le assunzioni stabili

62 Visite

Dopo il calo evidente di gennaio, con 40.000 occupati in meno, a febbraio c’è stata una bella ripresa in chiave occupazionale sul mercato del lavoro. Secondo i dati Istat infatti ci sono stati 41.000 occupati in più e un aumento di 142.000 assunzioni stabili.

In totale l’occupazione è salita di 54.000 unità per gli uomini, mentre per quanto riguarda le donne c’è da segnalare un calo di 13.000 unità. Da sottolineare un altro importante dato, cioè l’aumento degli occupati over 25. Il tasso di occupazione generale è arrivato ad un buon 61,9%, con un incremento pari a 9,1 punti percentuali.

Volendo fare un confronto annuale i numeri restano positivi: da febbraio 2023 a febbraio 2024 si sono registrati ben 603.000 lavoratori a tempo indeterminato in più. Per la precisione a febbraio 2024 il numero totale di occupati ha superato dell’1,5% quello di febbraio 2023, con un aumento di 351.000 unità. Nell’arco di un anno quindi il tasso di occupazione è aumentato di 0,8 punti percentuali.

I numeri complessivamente sono positivi e il mercato del lavoro sorride, ma ci sono alcuni nei che è opportuno evidenziare. I contratti a termine hanno subito un calo di 76.000 unità, così come sono in calo i lavoratori dipendenti, diminuiti di 26.000 unità. Nell’arco temporale di un anno c’è stata una crescita dell’occupazione per tutte le fasce di età, tranne per i giovani con un’età compresa tra i 15 e i 24 anni.

In base a quanto emerso dai dati Istat è possibile fare un ragionamento: complessivamente il mercato del lavoro è abbastanza dinamico, ma ci sono ancora delle criticità da risolvere per quanto riguarda le assunzioni. La cosa paradossale è che molti imprenditori e titolari di aziende e attività, come raccontano spesso anche ai tg o sui giornali, fanno fatica a trovare personale.

In breve: c’è il lavoro, ma non ci sarebbero i lavoratori? In realtà non è così, anzi, in Italia ci sono lavoratori perfettamente qualificati che però fanno fatica a trovare o a farsi trovare dalle aziende. Questo succede, o meglio succedeva fino a poco tempo fa, poiché non c’erano i giusti canali di comunicazione.

Questo problema oggi è stato finalmente risolto con le agenzie di ricerca e selezione del personale, che fungono da volano di incontro tra aziende e personale qualificato. Le agenzie del lavoro incamerano e salvano digitalmente tutti i CV dei candidati. Nel momento in cui arriva una richiesta di personale da parte di negozi, attività e uffici cercano nel loro ricco database, fino ad ottenere il match perfetto. Vengono così proposti alle aziende i profili ideali e dotati dei requisiti necessari in base alla richiesta fatta.

In questo modo l’azienda trova facilmente il lavoratore di cui ha bisogno, bypassando quel lungo e noioso processo di selezione e assunzione del personale. I lavoratori a loro volta possono trovare più facilmente un’azienda dove esprimere tutto il loro potenziale, scegliendola secondo le proprie esigenze personali e lavorative.

News dal Network

Promo