Ex Ilva: Fim Cisl, bene incontro, lavorare per rimettere in marcia impianti

80 Visite

“L’incontro odierno è stato molto utile, abbiamo apprezzato l’approccio molto pragmatico dei responsabili aziendali e abbiamo potuto finalmente discutere in materia concreta anche di alcune nostre proposte o ricevere chiarimenti su cose che da tempo denunciamo”.

Lo afferma il segretario nazionale Fim Cisl, Valerio D’Alò, dopo l’incontro tra i sindacati e Acciaierie D’Italia. ”Abbiamo proposto come Fim la possibilità di valutare, visto il momento positivo della domanda di acciaio, anche l’utilizzo di bramme acquistate per la produzione di lamiere (pla) per soddisfare alcune richieste che sappiamo in arrivo, per il sito di Genova e per il tubificio, in attesa di una maggiore produzione degli afo dello stabilimento di Taranto”, sottolinea il sindacalista.

Nell’illustrazione del piano, non sono stati citati tra gli impianti che riceveranno interventi manutentivi immediati, i tubifici ed il pla (impianti produzione lamiere). ”Questo ci preoccupa perché, a nostro avviso sono impianti molto importanti nell’economia complessiva del Gruppo e su cui bisogna investire nel breve termine”, spiega D’Alò. ”Per quanto ci riguarda l’incontro di oggi è stato positivo nel metodo e nel merito di cui si è discusso, ora sarà necessario monitorare il cronoprogramma degli interventi illustrati, con incontri mirati, anche sito per sito, con le strutture nazionali e le rsu”.

Per quanto riguarda gli ammortizzatori sociali ”abbiamo richiesto che, nella discussione che avvieremo nelle prossime settimane, fondamentale sia il rispetto dei criteri di rotazione e integrazione al reddito, oltre che un utilizzo legale della cigs e un piano di formazione che esuli dai bandi regionali che negli anni passati sono stati fallimentari, puntando invece su piani formativi mirati, dando priorità ai lavoratori in as qualora dovessero nascere nuove opportunità da cogliere”, dichiara il segretario. ”Se il cambio di passo cui la gestione Commissariale si accinge sarà rispettosa della dignità del lavoro e dei lavoratori, siamo convinti di poter affrontare tematiche complesse come quelle del rilancio di un colosso lasciato in stallo per troppo tempo e che adesso deve vedere il suo rilancio”.

News dal Network

Promo