Cristicchi realizza quadro sonoro per museo archeologico Taranto

73 Visite

 Si chiama Kybalion il quadro sonoro composto da Simone Cristicchi per il museo archeologico nazionale MArTA di Taranto.

Si tratta della terza installazione all’interno della struttura dopo quelle realizzate dal maestro premio Oscar Dario Marianelli e dal cantautore Achille Lauro.

Oggi la presentazione di Kybalion alla presenza dello stesso compositore, della direttrice del MArTA Stella Falzone e del direttore dell’Orchestra della Magna Grecia, Piero Romano. Il quadro sonoro è stato arrangiato e diretto dal maestro Valter Sivilotti. «Ho composto l’opera Kybalion dedicata alla Collezione Ricciardi – ha spiegato Simone Cristicchi lasciandomi ispirare dall’atmosfera dei suoi affascinanti dipinti; l’iconografia sacra presente sulle tele mi ha dettato una musica di atmosfere rarefatte, melodie malinconiche e imponenza orchestrale. La musica e il sacro, come unite da identica intenzione, hanno la capacità di elevare l’animo umano”. La direttrice Falzone ha detto che “la musica, come l’arte, anche quella che viene dal passato, hanno un potere comune: quello di travalicare il presente e trasportarci quasi in un’altra dimensione».

Per il maestro Piero Romano “con il quadro sonoro di Simone Cristicchi si completa un percorso studiato con la direzione del museo con lo scopo di offrire ai visitatori, per ciascun piano, un’opera originale”. La Collezione Ricciardi comprende un’icona bizantina, datata tra le fine del XV e gli inizi del XVI secolo, che riproduce il tipo della Vergine Odegitria; una lastra in zinco recante un’Addolorata piangente dipinta ad olio, databile al XVI-XVII secolo; e diciotto quadri realizzati ad olio su tela, inquadrabili cronologicamente tra il XVII ed il XVIII secolo, raffiguranti soggetti sacri. (ansa)

News dal Network

Promo