Bari: truffa in settore formazione Garanzia Giovani, 3 indagati, perquisizioni in corso

104 Visite

Truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, per fatti commessi a Bari dal 2019 al 2022. E’ l’accusa a carico di due persone, residenti nel capoluogo pugliese, nei confronti delle quali stamane i finanzieri del Comando Provinciale di Bari stanno eseguendo a Bari (e provincia), Lecce e Andria (Bat) un decreto di perquisizione domiciliare e locale. Sono Entrambe indagate, unitamente a una terza persona.

Le perquisizioni stanno interessando anche alcuni Enti a loro riconducibili. Il provvedimento è stato emesso dalla Procura Europea sede di Roma che ha delegato le indagini al Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Bari. Secondo l’ipotesi di accusa ci sarebbero gravi indizi di reato sulle attività svolte da associazioni (che rispondono per i profili di responsabilità amministrativa degli enti), con sede legale nel capoluogo e diverse unità locali nel territorio pugliese, riconducibili ai due indagati, impegnate del settore della formazione professionale, del contrasto alla disoccupazione e dell’inserimento nel mondo del lavoro dei giovani e dell’istruzione, beneficiarie di contributi comunitari erogati nell’ambito del programma ‘Garanzia Giovani’.

News dal Network

Promo