Esplosione centrale in Emilia, un pugliese tra le vittime: era di San Marzano

76 Visite

Tra le vittime morte nell’esplosione della centrale idroelettrica della diga di Suviana c’è anche un operaio pugliese. Si tratta del 73enne Mario Pisano, originario di Taranto e residente a San Marzano di San Giuseppe. Pisano ha perso la vita in Emilia Romagna insieme alle altre due vittime identificate. Ovvero, Pavel Petronel Tanase, nato in Romania e residente a Settimo Torinese (Torino), di 45 anni, e Vincenzo Franchina, 36, di Sinagra (Messina). Al momento, sono invece quattro i dispersi e cinque feriti gravi.

Secondo quanto ricostruito, la tragedia nella centrale elettrica Enel Green Power del lago di Suviana si è verificata nel primo pomeriggio, quando una turbina è esplosa causando prima un incendio e poi un allagamento con crollo di un solaio. L’inferno scaturito ha travolto almeno 12 tecnici, in forza ad alcune ditte esterne, che erano impegnati in alcuni lavori di adeguamenti presso la centrale Enel. Pisano, insieme ai due colleghi identificati, sarebbe morto sul colpo.

La premier Giorgia Meloni ha espresso tutta la sua “vicinanza e quella del governo ai familiari delle vittime e ai feriti rimasti coinvolti”. (antennasud)

News dal Network

Promo