Sanità, Stellato chiede audizione su servizio mensa: “Garantito solo a Bari, uniformarlo in tutte le province”

68 Visite

«I lavoratori delle aziende sanitarie pugliesi, con l’unica eccezione di quelli dell’Asl di Bari, sono ancora sprovvisti del servizio mensa o dei buoni pasto. Serve sanare subito questa insopportabile disparità e garantire uniformità nella fruizione del servizio su tutto il territorio regionale. Per questo, ho presentato in Commissione sanità una richiesta di audizione sul tema, al fine di audire, i direttori generali delle Asl, il direttore del Dipartimento salute, l’assessore regionale alla sanità e le organizzazioni sindacali del comparto».

Lo dichiara Massimiliano Stellato, consigliere regionale del Gruppo Misto (Italia viva).

«La contrattazione collettiva – prosegue Stellato – stabilisce che le aziende sanitarie sono tenute a istituire i servizi mensa o ad assicurare il pasto con modalità sostitutive, fermi restando i limiti legati alle risorse economiche disponibili. Sul punto, nell’estate del  2020, il Consiglio regionale  ha approvato una mozione che impegnava la Giunta a vigilare affinché in tutte le Asl pugliesi fossero applicate, in maniera uniforme, le previsioni inerenti le modalità di organizzazione e fruizione del servizio mensa.

Tutto ciò è rimasto lettera morta, fuorché a Bari, dove il personale sanitario fruisce dei buoni pasto sostitutivi della mensa aziendale. 

È ora – conclude Stellato – che questo diritto venga garantito a tutti, non solo ad alcuni».

News dal Network

Promo