«Credete alle opere», il caffè spirituale di mons. Savino

66 Visite

CAFFÈ SPIRITUALE                            

  VENERDÌ 22 MARZO 2024         

 VENERDÌ DELLA V SETTIMANA DI QUARESIMA

      ===☕️=== 

           —–•••—–

«Abbi pietà di me, o Signore, sono nell’affanno.
Liberami dalla mano dei miei nemici e dai miei persecutori;
Signore, che io non debba vergognarmi per averti invocato». (Sal 30,10.16.18)

✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO

Cercavano di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani.

✠ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 10,31-42).
In quel tempo, i Giudei raccolsero delle pietre per lapidare Gesù. Gesù disse loro: «Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre: per quale di esse volete lapidarmi?». Gli risposero i Giudei: «Non ti lapidiamo per un’opera buona, ma per una bestemmia: perché tu, che sei uomo, ti fai Dio». Disse loro Gesù: «Non è forse scritto nella vostra Legge: “Io ho detto: voi siete dèi”? Ora, se essa ha chiamato dèi coloro ai quali fu rivolta la parola di Dio – e la Scrittura non può essere annullata -, a colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo voi dite: “Tu bestemmi”, perché ho detto: “Sono Figlio di Dio”? Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio, anche se non credete a me, credete alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me, e io nel Padre». Allora cercarono nuovamente di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani. Ritornò quindi nuovamente al di là del Giordano, nel luogo dove prima Giovanni battezzava, e qui rimase. Molti andarono da lui e dicevano: «Giovanni non ha compiuto nessun segno, ma tutto quello che Giovanni ha detto di costui era vero». E in quel luogo molti credettero in lui.
Parola del Signore.

MEDITAZIONE 

San Tommaso Moro [(1478-1535)

statista inglese, martire],

Trattato sulla Passione, Cristo li amò sino alla fine, omelia 1 

Cristo dà la vita per i suoi nemici

      Meditiamo profondamente sull’amore di Cristo nostro Salvatore, che “amò i suoi sino alla fine” (Gv 13,1), a tal punto che per il loro bene, volontariamente, ha sofferto una morte dolorosa ed ha mostrato il più alto grado d’amore che possa esistere. Infatti lui stesso ha detto: “Nessuno ha un amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici” (Gv 15,13). Sì, è proprio quello l’amore più grande che si sia mai visto. Eppure il nostro Salvatore ne ha dato uno ancora più grande, poiché ha dato questa prova d’amore sia per gli amici che per i nemici.

      Che differenza fra l’amore fedele e le altre forme d’amore falso e incostante che si trova nel nostro povero mondo! … Chi può essere sicuro di conservare nell’avversità molti amici, quando il nostro Salvatore stesso, al momento di essere arrestato, è rimasto solo, abbandonato dai suoi? Quando partite, chi vorrà partire con voi? Se foste re, il vostro regno non vi farebbe partire da solo per dimenticarvi subito? La vostra stessa famiglia non vi lascerebbe partire, come una povera anima abbandonata che non sa dove andare?

      Allora, impariamo ad amare sempre, come dovremmo amare: Dio sopra ogni cosa, e tutte le altre cose per lui. Poiché ogni amore che non si rapporta a questo fine, cioè alla volontà di Dio, è un amore completamente vano e sterile. Ogni amore che abbiamo per qualsiasi essere creato e che diminuisce l’amore per Dio è un amore detestabile e un ostacolo al cammino verso il cielo… Quindi, poiché nostro Signore ci ha tanto amati per salvarci, imploriamo assiduamente la sua grazia per paura che siamo trovati colmi d’ingratitudine, in confronto al suo grande amore.

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE 

O Dio, che in questo tempo concedi alla tua Chiesa
di imitare la beata Vergine Maria
nella contemplazione della passione di Cristo,
donaci, per sua intercessione,
di conformarci sempre più al tuo Figlio unigenito
e di giungere alla pienezza della sua grazia. Egli è Dio, e vive e regna con te, nell’unità dello Spirito Santo,

per tutti i secoli dei secoli. Amen.

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

             ******

«Egli portò i nostri peccati nel suo corpo sul legno della croce,    perché, non vivendo più per il peccato, vivessimo per la giustizia;
dalle sue piaghe siete stati guariti». (1Pt 2,24)

In Cristo Gesù, Figlio di Dio, vero Dio e vero Uomo, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, sia benedetta questa giornata.+ don Francesco

News dal Network

Promo