Ex Ilva. Urso: per aree Genova e Taranto possibile modelloPiombino

73 Visite

“A Piombino ieri abbiamo visitato le aree che saranno restituite alla città per realizzare altre attività produttive. Se è possibile a Piombino, è possibile anche a Genova e Taranto. I lavoratori chiedono che rimangano aree produttive”. Così il ministro dell’Industria e del Made in Italy, Adolfo Urso, a margine della visita allo strumento ex Ilva di Genova. “Dobbiamo capire meglio come in questi grandi poli siderurgici, al centro delle aree portuali e logistiche del nostro Paese, si possa sviluppare la siderurgia del futuro e cosa si possa sviluppare in termini produttivi accanto a questi impianti che dobbiamo restituire interamente alla città: devono essere integrati nel tessuto urbano”, aggiunge il ministro.

“Sono convinto che Genova avrà un grande futuro- prosegue Urso- le condizioni geopolitiche non sono quelle del passato, siamo circondati da eventi bellici che hanno chiuso l’Europa orientale. L’Europa dovrà necessariamente guardare al Mediterraneo e crescere attraverso il Mediterraneo e i suoi grandi porti, che saranno determinanti non solo per la filiera siderurgica. Gli eventi geopolitici che hanno cambiato gli assetti geoeconomici dell’Europa fanno tornare centrale l’Italia, le sue strutture portali, le grandi aree come Genova”.

News dal Network

Promo