Taranto, Ligonzo (Cisl Pf): “strisce blu a tariffa ridotta per i dipendenti”

91 Visite

Il lavoro proficuo di mediazione della Cisl FP del Comune di Taranto ha raggiunto un primo risultato soddisfacente in merito alla riduzione del costo degli abbonamenti mensili a tariffa agevolata per gli stalli di sosta a pagamento.

La nuova tariffa è di 35 euro nelle zone A e B della città, dalle ore 8 alle ore 18:30, ed è stata approvata lo scorso 27 febbraio dal Cda di Kyma Mobilità, così come ci conferma il Direttore Generale Dott. Carallo, con una delibera che è in fase di pubblicazione. È quanto afferma in una nota stampa, il Segretario Aziendale della Cisl FP, Fabio Ligonzo, che in questi mesi aveva avanzato diverse proposte in tal senso.

Tale tariffa rinviene dallo sconto del 30% sull’importo base di 50,00 euro, che sarà applicata qualora gli abbonamenti siano acquistati previa sottoscrizione di un’apposita convenzione con Kyma Mobilità Spa, in un numero di almeno 30 trena unità da Amministrazioni pubbliche, enti o associazioni varie, società o aziende, in favore di titolari, soci, dipendenti e collaboratori, già dal mese di marzo.

L’amministrazione comunale, a seguito della delibera del commissario Cardellicchio che aveva ridotto il costo degli abbonamenti a 25 euro, aveva raddoppiato l’importo che era arrivato a 52,50 euro.

Questa scelta aveva portato ad una significativa riduzione del potere d’acquisto dei lavoratori, oltre a un malcontento generalizzato, continua Ligonzo. Difatti i lavoratori del Comune di Taranto insieme agli altri dipendenti pubblici (Asl, Provincia di Taranto, Agenzia delle Entrate e Riscossione, docenti e dei ministeriali) ed i postali rappresentati dalla Slp Cisl, si erano uniti alla Cisl FP per trovare una soluzione a questo aumento vertiginoso dei prezzi.

Diverse sono state le proposte della Cisl FP, non ultima l’introduzione di un programma di welfare integrativo per i dipendenti del Comune di Taranto, per noi ancora valida – afferma Ligonzo – che includa benefici come l’abbonamento agevolato per gli stalli di sosta a pagamento ed anche per i mezzi pubblici, che possono contribuire in modo significativo al miglioramento della qualità della vita dei dipendenti.

Bene quindi ha fatto Kyma Mobilità Spa su impulso dell’assessore Mazzariello, a rivedere e diminuire la tariffa dell’abbonamento per i lavoratori, con l’auspicio di continuare a trovare soluzioni condivise al fine di calmierare ancora di più questi costi, vista la crisi economica che attanaglia la nostra città.

News dal Network

Promo