Incidente Ss7, Perrini: “Su quelle statali si continua a morire. Maurodinoia dica a che punto sono i lavori di messa in sicurezza”

62 Visite

Nota del consigliere regionale di Fratelli d’Italia, Renato Perrini

«L’ennesimo incidente mortale si è registrato nella giornata di oggi sulla Strada Statale 7, il tratto che è stato più volte negli anni interessato da sinistri portando alle cronache disastrosi scontri fra autovetture e, in molti casi, determinando decessi di automobilisti. Ormai sono anni che sollecito l’avvio con urgenza di interventi sulla statale. L’ultima volta proposi anche di valutare una soluzione, seppure temporanea: esonerare dal pedaggio autostradale nei tratti Taranto – Bari e viceversa, al fine di alleggerire il traffico viario della SS 100.

Ricordo che in quella Commissione, che si è tenuta lo scorso dicembre, alla presenza dei sindaci dei comuni interessati, di Anas, Società Autostrade, del Comitato Strade Sicure, l’assessore ai Trasporti Anita Maurodinoia, sottolineò che la Regione stava mettendo in essere tutte le soluzioni possibili perché si arrivasse in tempi brevi alla messa in sicurezza di una strada tanto importante quanto trafficata e pericolosa. Al termine dell’audizione emerse la volontà comune di risolvere la questione in maniera strutturale: sia attraverso l’ampliamento della carreggiata fino ad arrivare a quattro corsie, sia con la realizzazione di uno spartitraffico. In q2uella occasione l’ingegner Vincenzo Marzi dell’Anas assicurò l’avvio dei lavori nel gennaio 2024. 

Per capire a che punto sono le misure di sicurezza, questa mattina ho protocollato un’ennesima richiesta di audizione, in Commissione trasporti, dell’assessore ai Trasporti, Maurodinoia e dell’ingegnere Marzi». (foto Sassi live)

News dal Network

Promo