Taranto: prodotti senza etichetta e scaduti, sequestrati e chiuse 3 attività

73 Visite

I carabinieri del Nas (Nucleo antisofisticazioni e sanità) di Taranto, nell’ambito di controlli sulla regolarità delle condizioni igienico-sanitarie e strutturali degli ambienti di preparazione degli alimenti, e sulla manipolazione e preparazione degli stessi in attuazione delle procedure di sicurezza, hanno sequestrato amministrativamente oltre due quintali di alimenti vari, tra cui prodotti caseari, carnei, ittici e preparazioni gastronomiche, privi di etichettatura e di qualsiasi indicazione riferita alla rintracciabilità alimentare, oltre che riportanti in etichetta una data di scadenza o termine minimo di conservazione scaduti di validità.

Le ispezioni hanno riguardato quattro attività di produzione, commercializzazione e somministrazione di prodotti alimentari, nelle province di Taranto e Brindisi. In un caso, è stata disposta la sospensione immediata dell’attività di somministrazione, con provvedimento confermato dall’Asl jonica, poiché esercitata in un locale privo di registrazione sanitaria ed interessato da gravi carenze igienico-sanitarie e strutturali.

In due caseifici i militari hanno accertato l’attivazione abusiva in assenza di fornitura idrica e la mancata registrazione sanitaria, requisiti essenziali previsti dalla normativa comunitaria vigente, per cui l’Asl Brindisina ne ha disposto la chiusura immediata. Per le violazioni correlate alle irregolarità rilevate, sono state contestate sanzioni amministrative pari a 3.000 euro, mentre il valore complessivo dei prodotti e degli alimenti sequestrati è stimato in circa 8.000 euro. Il valore delle tre attività chiuse ammonta a oltre 400.000 euro. I titolari delle attività sono stati inoltre segnalati alle autorità sanitaria ed amministrativa.

News dal Network

Promo