TikTok: Ue avvia indagine per violazione trasparenza e obblighi tutela minori

78 Visite

Oggi la Commissione Europea avvia un’indagine su TikTok «per sospetta violazione della trasparenza e degli obblighi di tutela dei minori». Lo annuncia il commissario al Mercato Interno Thierry Breton. In particolare, l’indagine sul social network di proprietà di ByteDance è focalizzata sul “design che dà dipendenza”, i “limiti di tempo”, l’effetto ‘rabbit hole’ (tana di coniglio, un modo di dire inglese che indica la coazione a ripetere, una situazione per cui una persona si trova a non poter fare a meno di continuare l’attività che sta facendo), la “verifica dell’età”, le “impostazioni sulla privacy predefinite”. La Commissione intende applicare il Digital Services Act per avere “un Internet più sicuro per i giovani”, aggiunge Breton.

La Commissione conferma di aver avviato un procedimento formale, per valutare se TikTok possa aver violato il Digital Services Act (Dsa) in ambiti legati alla tutela dei minori, alla trasparenza della pubblicità, all’accesso ai dati per i ricercatori, nonché alla gestione del rischio costituito dal design che crea dipendenza e dai contenuti dannosi. Sulla base dell’indagine preliminare condotta finora e del rapporto di valutazione dei rischi inviato da TikTok nel settembre 2023, nonché delle risposte di TikTok alle richieste formali di informazioni della Commissione (su contenuti illegali, tutela dei minori e accesso ai dati), la Commissione ha deciso di avviare un procedimento formale contro TikTok in base al Dsa.

Per Margrethe Vestager, vicepresidente esecutiva, «la sicurezza e il benessere degli utenti online in Europa sono fondamentali. TikTok deve esaminare da vicino i servizi che offre e considerare attentamente i rischi che rappresentano per i suoi utenti, giovani e anziani. La Commissione effettuerà ora un’indagine approfondita, senza pregiudicarne l’esito». Per Breton, «la protezione dei minori è una delle massime priorità di applicazione della legge sui diritti umani. Essendo una piattaforma che raggiunge milioni di bambini e adolescenti, TikTok deve rispettare pienamente il Dsa e ha un ruolo particolare da svolgere nella tutela dei minori online. Oggi avviamo questa procedura formale per garantire che vengano intraprese azioni proporzionate per proteggere il benessere fisico ed emotivo dei giovani europei. Non dobbiamo risparmiare alcuno sforzo per proteggere i nostri figli».

L’avvio di un procedimento formale conferisce alla Commissione il potere di adottare ulteriori misure, come misure provvisorie e decisioni di non conformità, e di accogliere ogni impegno assunto da TikTok a sanare le questioni oggetto d’indagine. TikTok è stata designata come Very Large Online Platform (Vlop) il 25 aprile scorso in base al Dsa, dopo che ha dichiarato di avere 135,9 milioni di utenti attivi mensili nell’Ue. In quanto Vlop, quattro mesi dopo la designazione, TikTok ha dovuto iniziare a rispettare una serie di obblighi previsti dal Dsa.

News dal Network

Promo