Arpa a Taranto. Di Cuia: “Lavoratori precari dimenticati, eppure la questione ambientale a Taranto è centrale”

69 Visite

Nota del consigliere regionale di Forza Italia Massimiliano Di Cuia:

«Il tema ambientale interroga la politica regionale in modo significativo, ma ancor più lo fa in provincia di Taranto: è per questo che non comprendiamo la volontà di non dotare la struttura dell’Arpa ionica di personale sufficiente ad adempiere ai tanti e importanti compiti.

L’Agenzia regionale per l’Ambiente, nel nostro territorio, svolge una funzione fondamentale di monitoraggio per la tutela ambientale. Eppure, ci sono tantissimi lavoratori che, pur avendo maturato da tempo i requisiti richiesti dalla legge, non vengono stabilizzati. Non solo: ci sono altri dipendenti assunti da 48 mesi nell’ambito di progetti specifici, come il Piano Taranto, che rischiano a breve la cessazione del rapporto di lavoro se non si procederà con le stabilizzazioni. Non si tratta “solo” di decine e decine di persone che potrebbero perdere il posto di lavoro, ma anche di disperdere un patrimonio di professionalità e competenze acquisite che fanno la differenza.

Per questo, sto per depositare un’interrogazione urgente diretta al presidente Emiliano, all’assessore al Personale e all’assessore all’Ambiente per sapere cosa intendano fare per garantire una struttura organizzativa solida dell’Arpa a Taranto che sia in grado di far fronte alle tante esigenze del nostro territorio, tutelando anche le legittime aspettative dei lavoratori».

News dal Network

Promo