Ginosa, Stellato incontra il Dg Asl: “Il servizio di neuropsichiatria infantile resterà aperto”

61 Visite

«Il presidio di neuropsichiatria infantile di Ginosa non chiuderà. Il servizio resterà fruibile per venti ore settimanali»: è quanto assicurato dal direttore generale dell’Asl di Taranto, Gregorio Colacicco, a Massimiliano Stellato, al termine di un incontro richiesto sul tema dal consigliere regionale e comunale.

«Sollecitato dal responsabile per l’area occidentale Antonio Pupino e dal presidente cittadino ginosino di Italia Viva Silvano Luisi, insieme al presidente provinciale Fabio Galli, dichiara Stellato ho incontrato il Direttore Generale della Asl di Taranto per scongiurare l’ipotesi di una chiusura del servizio di neuropsichiatria infantile di Ginosa e di un eventuale trasferimento a Mottola. Un’ipotesi, questa, che ha destato preoccupazione, in questi giorni, tra operatori e familiari di cittadini, utenti del servizio. Al dottor Colacicco, ho ribadito la necessità di trovare una soluzione che non portasse a scegliere tra Mottola o Ginosa, ma che contemperasse la possibilità di tenere attivo tale servizio sanitario di prossimità tanto a Mottola quanto a Ginosa.

Rendo atto che il Dg, nel recepire la mia richiesta e quella della collettività, ha prontamente stabilito la “piena funzionalità, dal 1 febbraio del Cat/Npia di Mottola” e la contestuale permanenza del “servizio a Ginosa per venti ore settimanali”. Tale decisione rappresenta, a mio avviso, un buon punto di equilibrio rispetto alla domanda di salute dei cittadini della provincia ionica. Si tratta, ovviamente, di una attività limitata rispetto all’arco temporale che, numeri alla mano, chiederò possa essere incrementata. Il Dg si è inoltre impegnato a rafforzare il servizio di trasporto disabili sul territorio. Ringrazio il dottor Colacicco per la pronta disponibilità e per aver colto la rilevanza di una questione tanto delicata».

News dal Network

Promo