Parchitelli (Pd): “Necessario scongiurare gli aumenti Tari per i nostri cittadini”

41 Visite

Nota della consigliera regionale PD, Lucia Parchitelli

«In V Commissione abbiamo discusso, a seguito della mia richiesta di Audizione urgente, della decisione del Consiglio di Stato di cancellare la Delibera di Arera che mirava a calmierare, anche in Puglia, le tariffe per lo smaltimento dei rifiuti. Un incontro a mio parere necessario, stante la situazione attuale nella quale i cittadini pugliesi potrebbero trovarsi molto presto a far fronte ad aumenti anche del 50% della tassa di smaltimento dei rifiuti.

“Ringrazio il presidente Campo per aver subito dato seguito alla mia richiesta, e allo stesso tempo l’assessore Maraschio e i direttori Garofoli e Pansini per quanto condiviso durante la seduta di Commissione. Abbiamo preso atto che Arera, con la recentissima delibera n. 7/2024, ha sostanzialmente recepito il decisum del Consiglio di Stato, reintroducendo la disciplina gli ‘impianti minimi’ dal 1° gennaio 2024. Residua la pesante problematica del conguaglio per il periodo pregresso, ammontante a quasi 60 milioni di euro, a fronte di questo gravoso onere è importante aver appreso che sono in corso approfondimenti tecnici affinché la Regione Puglia sia pronta ad intervenire a sostegno dei Comuni, prospettando un trasferimento economico straordinario, così che i cittadini non subiscano un ulteriore onere tributario. 

“Inoltre, a due anni di distanza dall’emanazione, ritengo necessario completare il processo di verifica dell’attuazione del Piano regionale dei Rifiuti, con particolare riferimento alle previste dismissioni di alcuni impianti di trattamento rifiuti. In tale ottica, seguo con costante attenzione la questione dell’impianto ‘Martucci’ di Conversano, la cui dismissione è prevista entro fine 2025.

Pur essendo preoccupata dalla situazione venutasi a creare sull’aumento della tassa rifiuti, sono soddisfatta delle rassicurazioni ricevute in Commissione. 

“E’ il momento di restare uniti con l’obiettivo comune di evitare che vengano modificate le tariffe ai Comuni, e scongiurare l’aumento della tariffa TARI per i nostri cittadini in un contesto socio economico già così difficile».

News dal Network

Promo