Parchitelli: “Con lo screening neonatale, Puglia esempio da seguire”

70 Visite

Nota della consigliera regionale e vicesegretaria del Pd Puglia, Lucia Parchitelli:

«Passare in pochissimo tempo dallo screening su 9 malattie a quello esteso a 61 malattie è un risultato straordinario per la Sanità della nostra Regione. Un enorme riconoscimento, per questo meraviglioso risultato, va allo staff del Pediatrico ‘Giovanni XXIII’, dalla direttrice Simonetta Simonetti al direttore sanitario Livio Melpignano. Grazie al grande lavoro del Governo regionale, ci proponiamo oggi come eccellenza nel panorama della Sanità pubblica in tema di screening neonatale. In un mondo in cui la medicina e la tecnologia avanzano a passi da gigante, è nostro dovere assicurare che ogni neonato abbia l’opportunità di una vita migliore fin dai primi giorni, con la possibilità di individuare precocemente alcune patologie genetiche che, se non trattate tempestivamente, potrebbero compromettere seriamente lo sviluppo e la qualità della vita di un neonato. La tempestività dell’intervento è essenziale».

«Oltre all’aspetto medico, lo screening neonatale contribuisce anche a diminuire il peso economico della Sanità sulla società, riducendo i costi a lungo termine associati alle cure più complesse e ai trattamenti avanzati. Dobbiamo continuare a lavorare per assicurarci che questi screening siano accessibili a tutti i neonati. L’uguaglianza nell’accesso alle cure è un principio fondamentale che dobbiamo difendere. Lo screening neonatale non è solo una misura preventiva ma un investimento nel futuro della nostra società, dove a ogni bambino deve essere garantito il miglior inizio possibile di vita. Con grande impegno, stiamo assicurando che nessun neonato sia lasciato indietro e che ogni genitore possa guardare al futuro con fiducia, sapendo che stiamo facendo tutto il possibile per proteggere la salute dei nostri figli».

News dal Network

Promo