Ex Ilva, sindaco di Taranto: “soddisfare esigenze autotrasportatori e aziende indotto”

64 Visite

Il sindaco e presidente della Provincia di Taranto, Rinaldo Melucci, esprime «profonda preoccupazione per le conseguenze che potrebbero registrarsi per il territorio e l’economia locale a seguito del commissariamento dello stabilimento siderurgico Acciaierie d’Italia, ex Ilva, e alla luce della gravissima crisi che sta coinvolgendo le imprese dell’indotto». Il primo cittadino sottolinea «l’importanza di soddisfare al più presto le esigenze ormai indifferibili degli autotrasportatori e delle aziende dello stesso indotto. Una loro convocazione, da parte dell’Esecutivo, dovrebbe essere formalizzata nella giornata di domani», spiega.

«Proprio al fine di preservare il nostro tessuto economico e sociale e di evitare danni irreparabili alla comunità tarantina»
, il sindaco Melucci ritiene che «solo attraverso una collaborazione stretta e una solida sinergia tra il Governo e le istituzioni locali sarà possibile superare le difficoltà attuali e garantire un futuro sostenibile per Taranto». Occorre per Melucci «affrontare congiuntamente con il Governo le criticità emerse. In seguito al commissariamento di Acciaierie d’Italia, che ‘cancellerebbe’ i crediti avanzati dalle imprese dell’indotto, diventa vitale stabilire un dialogo aperto e costruttivo con l’Esecutivo proprio allo scopo di tutelare gli interessi della nostra comunità. Come istituzioni locali – sottolinea il sindaco di Taranto – siamo disponibili a collaborare attivamente con le Autorità nazionali per trovare soluzioni che possano garantire al territorio continuità alla sua economia e che siano capaci di affrontare le problematiche legate alle fonti inquinanti garantendo la chiusura delle stesse per tutelare la salute dei cittadini e dell’ambiente».

News dal Network

Promo