Ex Ilva: al via protesta indotto Taranto, aspettiamo garanzia crediti e tavolo governo

75 Visite

È’ iniziata questa mattina alle 6 la protesta delle aziende dell’indotto di Taranto che fanno capo ad Aigi, Casartigiani e Confapi contro la possibilità che Acciaierie d’Italia sia commissariata da governo. I lavoratori presidiano le portinerie del siderurgico garantendo comunque la sicurezza degli impianti.

La mobilitazione, al momento, come spiega Fabio Greco, presidente di Aigi, andrà avanti «per senso di responsabilità legate a ragioni di sicurezza» garantendo il minimo mantenimento degli impianti. Ma le aziende si «attendono di essere convocati dal Governo anche attraverso l’istituzione di un tavolo tecnico» e rinnovano la richiesta di precise «garanzie sui crediti maturati al 31 dicembre 2023” che per le imprese di Aigi ammontano a 120 milioni di euro. E in caso di mancate risposte, da domani, la protesta si trasformerà in “blocco totale e le responsabilità di ciò che potrebbe accadere non saranno certo ascrivibili a noi», conclude Greco.

News dal Network

Promo