Giornate di formazione a Taranto con l”Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Puglia

73 Visite

L’informazione e la formazione per garantire la totale inclusione. È quello che garantisce il progetto “Illuminiamo le note”, promosso dall”Assessorato Regionale all’Istruzione in collaborazione con l’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Consiglio Regionale della Puglia, con l’I.Ri.Fo.R. – Istituto per la Ricerca, la Formazione e la Riabilitazione Puglia e con i conservatori musicali pugliesi (Conservatorio di Musica “Niccolò Piccinni” – Bari, Conservatorio “Giovanni Paisiello” – Taranto, Conservatorio di Musica “Nino Rota” – Monopoli, Conservatorio “Tito Schipa” – Lecce, Conservatorio “Umberto Giordano” – Foggia e Rodi Garganico).

Diciotto mesi di formazione che, per quanto riguarda il Conservatorio di Taranto, partiranno domani venerdì 12 e sabato 13 gennaio, giorni in cui si approfondirà l’utilizzo del Braille. Le sessioni sono rivolte a docenti, personale tecnico-amministrativo e allievi degli ultimi anni che potranno diventare i tutor degli studenti e delle studentesse con disabilità visiva che hanno intrapreso o vorranno intraprendere il percorso di alta formazione musicale.

«Siamo entusiasti dell’avvio delle attività di formazione anche al Conservatorio “Giovanni Paisiello” di Taranto nell’ambito del progetto regionale “Illuminiamo le no
te” – ha dichiarato il presidente regionale Uici Puglia Paolo LacorteLa formazione sul braille musicale preparerà docenti, studenti e personale tecnico ad accogliere al meglio gli studenti con disabilità visiva nei conservatori della Puglia, contribuendo significativamente alla loro piena inclusione e formazione musicale. Questa sarà certamente una ulteriore opportunità per i musicisti ciechi e ipovedenti che, siamo certi, arricchiranno ancora di più il panorama musicale nazionale e perché no anche internazionale».

«Abbiamo voluto avviare un’azione sperimentale e innovativa con Uici Puglia e Irifor, per favorire processi inclusivi e la piena autodeterminazione di alunni e studenti con disabilità visiva sostenendo gli studi musicali e coreutici presso i Conservatori pugliesi. Sono felice dei primi risultati raggiunti e sono certo che si stia procedendo nella direzione giusta. Ringrazio i Conservatori pugliesi per aver tempestivamente aderito al progetto e per la fattiva collaborazione presso ciascuna sede. Come sempre siamo dalla parte degli studenti e lavoriamo affinché le minorazioni visive non siano disabilità nel fare della musica una passione da coltivare o una professione da praticare» dichiara l’Assessore al Diritto allo Studio, Sebastiano Leo.

News dal Network

Promo