«Chi sei, dunque? Sei tu Elìa?», il caffè spirituale di mons. Savino

88 Visite

CAFFÈ SPIRITUALE                             

 MARTEDÌ 2 GENNAIO 2024 

SANTI BASILIO MAGNO E GREGORIO NAZIANZENO, VESCOVI E DOTTORI DELLA CHIESA – MEMORIA

       ===☕️===

           —–•••—–

«I popoli parlino della sapienza dei santi,
e l’assemblea ne celebri la lode; il loro nome vivrà per sempre». (Cf. Sir 44,15.14)


✠ Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

VANGELO

Dopo di me verrà uno che è prima di me.

✠ Dal Vangelo secondo Giovanni (Gv 1,19-28).
Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo: «Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elìa?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa».
Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elìa, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo».
Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.
Parola del Signore.

MEDITAZIONE 

Libro delle ore del Sinai (9° secolo) Canone al Precursore, SC 486

Abbi pietà di me, Gesù, per intercessione del Battista!

Tu, la Voce del Verbo, accogli ora le nostre voci, Battista, e libera il tuo popolo dalle passioni, i pericoli, le afflizioni senza numero e dal castigo eterno.

Col dito mostri sempre l’Agnello di Dio che toglie i peccati del mondo: supplicalo di cancellare le mie gravi e prolungate mancanze e rendimi degno della vita.

Anima mia, affrettati e grida, dissipando l’oscurità di folli passioni: “Abbi pietà di me, Gesù, per intercessione del Battista e tirami fuori dal pantano delle mie azioni!”

Madre di Dio, Colui davanti al quale tremano le schiere celesti e che per sola bontà si è unito ai mortali, sei tu, la Purissima, che lo hai messo al mondo: supplicalo subito di aver pietà dei tuoi servi. (…)

Tu hai visto lo Spirito Santo scendere sotto forma di colomba sul Verbo, al battesimo, e sei stato giudicato degno, Beato, di sentire la voce del Padre: “Questi è il mio Figlio che condivide il mio trono” – lui a cui tutta la creazione canta: “Celebrate il Signore, opere tutte, ed esaltatelo nei secoli!”

Madre di Dio, custodisci nell’umiltà la mia mente, Giovane Figlia colmata di grazia di Dio che col tuo parto hai vinto la ribellione del demonio; sollevami dal fango delle passioni e sazia chi, affamato della tua grazia, canta così: “Celebrate il Signore, opere tutte, ed esaltatelo nei secoli!”

PADRE NOSTRO…

ORAZIONE 

O Dio, che hai illuminato la tua Chiesa
con gli esempi e gli insegnamenti
dei santi vescovi Basilio e Gregorio,
donaci uno spirito umile per conoscere la tua verità
e attuarla fedelmente nella carità fraterna. Per Cristo nostro Signore. Amen. 

✠ Il Signore ci benedica, ci preservi da ogni male e ci conduca alla vita eterna. Amen.

             ******

«Dio, che molte volte e in diversi modi nei tempi antichi
aveva parlato ai padri per mezzo dei profeti,
ultimamente, in questi giorni,
ha parlato a noi per mezzo del Figlio». (Eb 1,1-2)

In Cristo Gesù, nostra Speranza, Via, Verità e Vita, Figlio di Dio, vero Dio e vero Uomo sia benedetta questa giornata. + don Francesco

News dal Network

Promo