Rc auto obbligatoria anche per le auto ferme

83 Visite

Rc auto obbligatoria per tutti i veicoli a motore, anche quelli fermi o parcheggiati in garage e cortili. E’ l’effetto del decreto che attua la direttiva europea, in vigore dal 23 dicembre 2023. Finora era indispensabile l’assicurazione solo per i veicoli in circolazione o posteggiati sul suolo pubblico.

L’obbligo di assicurazione per la responsabilità civile “si applica ai veicoli a motore indipendentemente dalle caratteristiche del veicolo, dal terreno su cui è utilizzato e dal fatto che sia fermo o in movimento”. L’obbligo, puntualizza il legislatore, “si estende anche ai veicoli utilizzati soltanto in zone il cui accesso è soggetto a restrizioni”.

Devono essere sempre assicurati tutti i veicoli a motore che si muovono sul terreno senza binari, con velocità massima superiore ai 25 chilometri all’ora oppure con peso superiore ai 25 chilogrammi e velocità massima superiore ai 14 chilometri all’ora. Sono compresi anche eventuali rimorchi che si utilizzano con la stessa tipologia di veicolo.

Sono esentati dalla polizza Rc auto: i veicoli che non circolano più in quanto esportati, ritirati o demoliti; quelli che non hanno l’autorizzazione a circolare, perché sequestrati dalle autorità; quelli che non possono camminare perché non hanno più il motore ma deve esserci una comunicazione alla compagnia di assicurazione.

Esentati dall’obbligo anche i veicoli per cui l’assicurazione Rc Auto è stata sospesa, come avviene nei periodi in cui si decide di non utilizzare il mezzo. La sospensione del contratto di assicurazione può essere prorogata, con istanza presentata alla compagnia assicurativa, ma entro un massimo di dieci mesi nel corso di un anno (diventano undici nel caso di veicoli storici).

Restano in vigore tutte le sanzioni già previste dal Codice della strada. Circolare senza assicurazione comporta il pagamento di un’ammenda da 866 euro (606,20 euro se pagati entro cinque giorni), la decurtazione di punti dalla patente, il ritiro della carta di circolazione e il sequestro del mezzo. In caso di guida con assicurazione sospesa, la sanzione è maggiorata del 50% fino a 1.299 euro (909,30 pagando entro cinque giorni).

News dal Network

Promo