Aulab: “Puglia territorio di innovazione, necessario continuare a investire nella formazione

[epvc_views]

“La Puglia dimostra di essere una regione pronta a innovare e un hub per imprese e talenti nel tech e nel digital. A confermarlo, i dati regionali dell’ultimo Indice Desi (Digital Economy and Society Index) realizzato dal Politecnico di Milano in cui la Puglia compare come prima regione al Sud per innovazione e digitalizzazione con 45,9 punti, poco sotto la media italiana (49,3). Inoltre anche la Startup Heatmap Europe 2023, che prende in esame le destinazioni europee più popolari per i fondatori di startup, conferma l’eccellenza dell’ecosistema imprenditoriale Pugliese: Bari compare nella Top 50 (al 49° posto) insieme a Milano e Roma, uniche 3 città italiane della classifica europea”. 

“Bari e la Puglia offrono infatti un interessante potenziale per le startup grazie ad una comunità imprenditoriale in crescita e parallelamente alla presenza di talenti con elevate competenze. Per questo è urgente continuare ad investire nella formazione: la crescita di nuove attività imprenditoriali con una vocazione innovativa rende più che mai necessaria la presenza di professionisti e professioniste legati al digitale e all’informatica direttamente sul territorio. Competenze e formazione sono strategiche per far decollare le imprese e far crescere le startup di oggi, che rappresentano le aziende del domani”.  

È quanto sottolineato da Davide Neve, Ceo e co-fondatore di Aulab, la prima Coding Factory italiana nata in Puglia e da sempre impegnata nella formazione dei professionisti in ambito digital e tech, intervenuto nell’ambito dell’appuntamento “Puglia, il talento è di casa”. L’evento, inserito nel ciclo di talks “Hey Sud” ideato da Fabio Mazzocca, Sales Responsible South Area Consulting presso EY, e promosso da EY nel sud Italia per approfondire tematiche di grande rilevanza per il territorio, si è svolto il 16 novembre nella sede operativa di EY a Barletta e ha approfondito il ruolo della Puglia nello scenario dell’innovazione italiana in quanto “culla” per la nascita e la crescita di startup e scaleup. 

“Si calcola che siano oltre 100.000 le figure ricercate in ambito tech e, ad esempio, lo sviluppatore web è tra le 25 posizioni più richieste dalle aziende. Per rispondere rapidamente a questa domanda e formare i professionisti tech di domani, con le competenze avanzate richieste dalle aziende innovative, Aulab partecipa attivamente all’evoluzione della Regione Puglia e in generale dell’Italia, proponendo un approccio alternativo alla formazione IT con la prima e originale Hackademy italiana digital e tech basata su un metodo certificato che forma in breve tempo professionisti con competenze tecniche specifiche e soprattutto pratiche richieste dalle aziende”. 

“La nostra storia è profondamente legata alla Puglia. Abbiamo scelto di investire nel territorio, a partire dalla nostra sede a Bari in cui ospitiamo oltre 100 persone tra dipendenti e consulenti, e siamo costantemente impegnati con eventi, corsi di formazione e appuntamenti per far sì che la Puglia confermi la propria centralità nel fare impresa”. 

Aulab ha già formato oltre 10.000 professionisti in ambito digital e tech in Italia ed è particolarmente attiva sul territorio, con un’offerta sempre più ampia di corsi e strumenti per la formazione. A testimoniarlo anche le numerose iniziative a fianco delle istituzioni – in particolare della Regione Puglia sostenendo misure di contrasto alla disoccupazione – e delle aziende, nazionali e internazionali, che hanno proprio l’obiettivo di potenziare le skill di studenti e professionisti o dare una nuova opportunità a chi vuole reinventarsi dal punto di vista lavorativo. Alcuni esempi sono la partnership attivata con Adecco per realizzare una Academy per MacNil, la collaborazione con la scuola di formazione CSAD per offrire un master di primo livello ai laureati pugliesi che vinceranno il Bando Pass Laureati 2023-2024. Inoltre, ha recentemente preso il via il nuovo progetto di Academy “Java & React per Accenture”, promosso da Ifoa, in partenariato con Accenture Italia, Gi Group S.p.a, IISS Marconi – Hack e Politecnico di Bari e in collaborazione con Aulab grazie al quale giovani under 25, si stanno formando per diventare esperti nella progettazione e sviluppo di applicazioni informatiche. 

Infine, Aulab è da anni al fianco di DigithON, la prima maratona digitale nazionale nata proprio in Puglia: “Dopo la nostra esperienza da vincitori nella prima edizione, siamo orgogliosi di continuare a supportare la manifestazione che, anno dopo anno, è diventata un luogo di incontro e di confronto tra startup, imprese e istituzioni su progettualità legate al mondo digitale con un  forte impatto di valore sociale ed economico”, spiega Davide Neve.

Durante il talk sono inoltre intervenuti il Sen. Francesco Boccia, Fondatore DigithOn, Alessandro Delli Noci, assessore allo Sviluppo Economico della Regione Puglia, Eugenio Di Sciascio, vice sindaco Comune di Bari, Alessandro Loprieno, Ceo Weshort, e Claudio Meucci, EY Consulting Market Leader.

News dal Network

Promo