Bilancio A2A, 26 milioni di euro generati in Puglia nel 2022

[epvc_views]

Oltre cinque milioni di euro investiti in infrastrutture e impianti per la transizione ecologica; raddoppio dell’energia prodotta da fotovoltaico (39 GWh, + 51% rispetto al 2021) e 26 milioni di euro come valore economico generato sul territorio.

Nei percorsi di educazioni alla sostenibilità sono stati coinvolti oltre 1400 studenti e 1.700 sono state le ore formazione erogate.

Sono questi alcuni dati del ‘Bilancio di sostenibilità territoriale’ della Puglia, per il 2022 del gruppo A2A, presentati oggi a Brindisi da Lorenzo Giussani, direttore Generazione&Trading. All’incontro è intervenuto tra gli altri il sindaco di Brindisi Pino Marchionna.

«I dati che presentiamo oggi con il Bilancio di sostenibilità territoriale dimostrano – ha spiegato Giussanil’impegno concreto di A2A in Puglia: il gruppo, grazie alle sue attività, ha generato 26 milioni di euro (+ 4,4% rispetto al 2021) di valore economico a beneficio di questo territorio” sotto forma di dividendi, imposte locali, ordini a fornitori, canoni e concessioni, sponsorizzazioni e liberalità e remunerazione dei dipendenti.

Il parco impiantistico di A2A in Puglia è costituito da ventidue impianti fotovoltaici, due nuovi parchi eolici e una centrale a biomasse. La quantità di Co2 evitata nel 2022, viene spiegato in una nota dal gruppo, “grazie all’energia rinnovabile da solare e biomasse è stata pari a 70mila tonnellate, mentre complessivamente contando anche il contributo dell’eolico sono stati 317 i GWh 100% green prodotti».

Giussani ha poi evidenziato che per «favorire la transizione ecologica della Puglia” il gruppo ha investito “5,8 milioni di euro per l’efficientamento e il potenziamento delle infrastrutture sia nel comparto energetico sia in quello ambientale». Lo stesso gruppo, inoltre, individua il polo energetico di Brindisi come “un’infrastruttura strategica per la Regione e per il Paese”.

Dotato di 1.880 pannelli fotovoltaici, che hanno prodotto 428 MWh di energia rinnovabile, azzerando le emissioni di Co2, il polo sarà reso ancora “più efficiente e sostenibile attraverso il sistema di accumulo di energia elettrica tramite batterie al litio che garantirà alla rete maggiore stabilità, qualità e sicurezza”.

(fonte e foto: ansa)

News dal Network

Promo