Ex Ilva. Di Gregorio: trattativa governo-Mittal pericolo per rilancio Taranto

[epvc_views]

«La comunità tarantina ancora una volta ignorata e maltrattata sulla vicenda dell’ex Ilva. Le notizie sull’accordo tra Fitto e Arcelor Mittal al di la dell’imbarazzo che dovrebbero generare nel Governo di centrodestra, accendono il forte timore che questa scelta possa affossare definitivamente le speranze di una comunità intera».

Lo dichiara, in una nota, il consigliere regionale pugliese Vincenzo Di Gregorio (Pd).

«Taranto – sottolinea – è stanca di promesse e rinvii. Taranto sta provando ad avviare nuovi percorsi di sviluppo e di crescita culturale e sociale. La decarbonizzazione, la transizione ecologica ed energetica, sono un pezzo importante di questo processo, in linea con gli obiettivi del Pnrr. Ma alla luce degli ultimi eventi è lecito chiedersi: che tipo di accordi ha stretto Fitto? La decarbonizzazione è ancora un asset prioritario? Che fine faranno gli impegni per le bonifiche e le risorse del Cis Taranto?».

«Continuare a mettere a disposizione miliardi per la ricapitalizzazione, nonostante la stessa Invitalia stia mettendo in luce gravi mancanze da parte dell’azienda e senza un progetto serio di riconversione degli impianti, è un vero e proprio smacco all’intero Paese. È il momento di parlare chiaro e di porre un freno a questa messinscena: non possiamo accettare – conclude Di Gregorio – che il futuro dei cittadini di Taranto continui a essere bistrattato e svenduto».

News dal Network

Promo