Rotary Club Distretto 2120 Puglia e Basilicata: eradicare la poliomelite nel mondo è possibile

[epvc_views]

Il Rotary International fin dal 1985 ha lanciato il programma (poi ripreso dall’Oms nell’88), per eradicare la poliomielite dal mondo. I risultati raggiunti finora sono significativi: il 99% dei bambini del mondo è stato vaccinato.

Restano ancora sette regioni in due Paesi, Afghanistan e Pakistan, nei quali la polio è ancora endemica e il Rotary è impegnato in questo sforzo. A confermare la possibilità di raggiungere questo risultato, addirittura entro il 2023, è la più autorevole rivista scientifica del mondo Nature, riprendendo anche una dichiarazione dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità).

Si tratta di una svolta sorprendente – sostiene Nature -, dato che solo l’anno scorso lo sforzo di eradicazione era stato considerato fallimentare. Con un numero ridotto di casi e una limitata diffusione geografica del virus, gli scienziati concordano sul fatto che le due nazioni hanno una reale possibilità di fermare la trasmissione del poliovirus selvaggio quest’anno, ma solo se i programmi di eradicazione in questi Paesi riusciranno a superare le persistenti sfide sociali e politiche.

«È la migliore opportunità epidemiologica che questi due Paesi abbiano avuto contemporaneamente per fermare la circolazione del poliovirus selvaggio”, afferma Hamid Jafari, direttore dell’eradicazione della poliomielite presso l’OMS. “Con sforzi di vaccinazione sostenuti, mirati e coordinati – aggiunge – c’è ora un’opportunità condivisa per entrambi di avere successo».

«È importante non fermarsi ora, perché non sostenere questi sforzi potrebbe portare a un aumento dei casi, mettendo a repentaglio i progressi fatti finora» ha dichiarato Attaullah Ahmadi, ricercatore di sanità pubblica presso l’Università di Scienze Mediche di Kabul in Afghanistan.

Il Governatore del Distretto Rotary 2120 (Puglia e Basilicata) Vincenzo Sassanelli ha invitato tutti i Club del territorio, ad essere presenti nelle piazze, dal 22 al 24 ottobre, con varie iniziative in occasione della EndPolioNow day, Giornata Mondiale della Polio, per sensibilizzare la gente, con varie iniziative intese a far comprendere il grande valore dell’opera del Rotary al servizio volontario delle comunità, con l’obiettivo finale di coinvolgere i cittadini nella campagna di  eliminazione di questa terribile malattia.

“L’eradicazione di tutti i poliovirus è certamente possibile, anche se richiederà molti sforzi” ha affermato Kimberley Thompson, direttore di Kid Risk, una onlus che sviluppa modelli di prevenzione di malattie infantili trattabili con vaccini.

Richiede risorse, richiede impegno e richiede che si lavori davvero insieme per capire come portare a termine questo obiettivo”: il Rotary è impegnato per raggiungere questo risultato.

Intanto, martedì 19 settembre, passerà da Bari, e sarà ospite del Rotary, Bashar Asfour, socio fondatore nel 1996 del Rotary Club Amman West e attualmente membro del Rotary Club Tbilisi Ambassador. Bashar è stato colpito dalla poliomielite a 10 mesi in Giordania e ora sta facendo il giro del mondo (17 Paesi e 9.000 km: dopo Bari andrà ad Atene) per sensibilizzare le popolazioni alla raccolta fondi con l’obiettivo di cancellare la polio, la terribile malattia che colpisce soprattutto i bambini. Un viaggio con la speranza di eliminare per sempre la polio dal mondo.

News dal Network

Promo