Neonato abbandonato, Asl Taranto: “è in ottime mani”

[epvc_views]

«Ringrazio tutti gli operatori sanitari intervenuti questa mattina per salvare il neonato. Seguo personalmente e costantemente la situazione, consapevole che il piccolo è in ottime mani: i nostri medici e infermieri garantiranno al piccolo tutte le cure e l’affetto necessari». Così Vito Gregorio Colacicco, direttore generale della Asl di Taranto in merito al ritrovamento questa mattina di un neonato abbandonato accanto ai cassonetti ingegnerizzati della raccolta differenziata in via Pisanelli.

L’Azienda sanitaria precisa che “alle ore 7.26, presso il Servizio di Pronto soccorso del presidio ospedaliero SS. Annunziata è giunto tramite il Servizio del 118 un neonato a termine di sesso maschile abbandonato e ritrovato in prossimità delle vie centrali della città di Taranto.

«Il piccolo è stato immediatamente trasferito in Utin (Unità di terapia intensiva neonatale) per le cure e l’adeguata assistenza; è in condizioni cliniche stabili, di peso adeguato all’età gestazionale e costantemente monitorato per i parametri vitali»
.

L’Asl ricorda che «già dal 1997 la legge italiana tutela la diade madre figlio assicurando in ospedale il parto in anonimato e consentendo di garantire la massima riservatezza, garantendo interventi sanitari adeguati ed efficaci a tutela della salute degli stessi».

Il neonato, «appena giunto – conclude l’azienda sanitaria – al presidio ospedaliero, è stato prontamente preso in carico dal prof. Federico Schettini e dalla dottoressa Lucrezia De Cosmo, direttrice dell’Unità di Terapia Intensiva Neonatale».

News dal Network

Promo