Adp, Di Cuia: “Taranto non ‘vola’, ancora penalizzata”

84 Visite

Nota del consigliere regionale di Forza Italia, Massimiliano Di Cuia:

«Taranto ancora non vola: il Piano Strategico 2023 di Aeroporti di Puglia non riserva buone notizie per l’aeroporto di Grottaglie. Viene, infatti, del tutto esclusa la possibilità che i voli civili possano partire da e per l’aeroporto tarantino, il cui destino viene relegato ai voli suborbitali ed ai voli cargo, cioè i voli per il trasporto di merci.

Aeroporti di Puglia continua, purtroppo, con il benestare del Governo Emiliano, a mortificare le legittime aspettative di un territorio che da decenni chiede a gran voce la ripartenza dei voli civili. Come si vuole incentivare il turismo, considerato che il 43% dei turisti stranieri arriva in Italia con il mezzo aereo? Come si intende assicurare ai cittadini della provincia di Taranto il pieno godimento del diritto alla mobilità? Su questo da Emiliano e dal presidente di Adp registriamo un silenzio assordante e nessuno spiega perché si continua a sottoutilizzare un aeroporto con infrastrutture di primissimo livello, che potrebbe servire passeggeri di altre regioni vicine e che è riconosciuto scalo di continuità territoriale, circostanza che renderebbe disponibili strumenti legislativi e risorse economiche per l’attivazione dei voli civili.

Non è più accettabile che la Provincia di Taranto continui ad essere mortificata dalla politica di miope ostruzionismo perpetrata dalla Regione Puglia. La riconversione economica dell’area ionica passa da misure concrete su cui la politica locale deve avere la capacità di fare fronte comune, assumendo iniziative che restituiscano dignità ad un territorio da troppo tempo ingiustamente sacrificato».

Promo