Non dichiarava gli incassi delle slot, evasione da 1 milione di euro a Taranto

110 Visite

Un’evasione pari ad un milione di euro é stata scoperta dalla Guardia di Finanza a Taranto con le macchinette per le scommesse. Ammonta infatti ad un milione di euro il prelievo unico erariale che hanno evaso due associazioni culturali con l’illecito utilizzo di apparecchi e congegni da divertimento che erogano ai giocatori vincite in denaro.

La Finanza ha sequestrato 18 apparecchi non collegati alla rete telematica dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli ed ha segnalato due persone. I finanzieri hanno selezionato i soggetti interessati dagli accertamenti tra titolari di circoli privati, sale scommesse e associazioni culturali, incrociando le informazioni presenti nelle banche dati con quelle acquisite nel controllo economico del territorio, analisi di rischio e attività di intelligence.

Dal volume complessivo delle giocate, é stata quantificata in oltre 4,2 milioni di euro la base imponibile sottratta a tassazione. Il prelievo unico erariale, in vigore dal 2003, é un tributo che spetta versare ai titolari degli apparecchi e dei congegni da divertimento ed é commisurato alle somme giocate e registrate sui contatori.

Promo