Taranto Giochi del Mediterraneo 2026, Emiliano: “non rilevati ritardi ed omissioni”

236 Visite

Si è riunita oggi pomeriggio l’assemblea di indirizzo dei Giochi del Mediterraneo Taranto 2026, presieduta dal presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, durante la quale è stato approvato il bilancio consuntivo 2022.

«L’assemblea riunita oggi – ha detto Emiliano – non ha rilevato né ritardi né omissioni da parte del Comitato direttivo dei Giochi del Mediterraneo. Anzi, ho rilevato che il Comitato Direttivo presieduto dal Sindaco e dal Presidente della Provincia ha lavorato bene e ha già predisposto tutti gli atti necessari in attesa dei finanziamenti. È stato importante dare conto in via ufficiale, e metterlo anche a verbale, che non ci sono stati ritardi e omissioni, onde evitare che in futuro possano esserci manipolazioni del vero per motivare il provvedimento amministrativo di commissariamento. Nella confusione giuridica che stiamo registrando, non si capisce se il commissariamento da parte del Governo sia un modo per chiudere l’attività del comitato organizzatore, se invece preveda solo un affiancamento, oppure se si tratti di un comune commissariamento ai sensi delle norme sul Pnrr per l’accelerazione di singole opere pubbliche. L’emendamento in questione non dice molto in merito. A noi non interessa certo essere stazione appaltante di alcunché. Il problema non è chi spende i soldi, ma che i soldi siano spesi, siano spesi bene e siano spesi per tempo».

Il governatore ha poi chiesto al Coni la possibilità di fare una conferenza stampa istituzionale per presentare il risultato del lavoro svolto sinora. «Questa conferenza stampa – ha spiegato – serve a chiarire tutto quello che è accaduto in modo tale che la stampa italiana, i parlamentari e l’opinione pubblica possano ricevere tutte le informazioni. Potrebbe essere utile anche inviare la relazione ai Presidenti della Camera e del Senato perché venga distribuita a tutti i parlamentari che sono chiamati eventualmente a valutare la norma. Se il Governo ha voluto una norma per commissariare le singole opere, questa potrebbe essere persino una cosa utile se finalizzata allo svolgimento dei Giochi. Se viceversa si dovesse trattare di un commissariamento del Comitato, bisognerebbe ribadire con il Coni, sotto la cui egida i Giochi si svolgono, in che termini va concepita la norma ai sensi dell’ordinamento giuridico sportivo nazionale e internazionale».

News dal Network

Promo