Il guanto trafugato di Padre Pio, appello di Giuseppe Cionfoli: restituite la reliquia è della comunità cristiana!

100 Visite

Oggi 17 gennaio 2023 ho avuto l’onore di sentire telefonicamente Giuseppe Cionfoli ex religioso francescano ed ex cantautore noto al grande pubblico come Frà Cionfoli che guadagnò il 2 posto all’edizione di Sanremo nel 1982,

Giuseppe Cionfoli è vero che si è spogliato del saio francescano tuttavia la sua vita la dedica sempre alla “via” dell’amore che produce gioie e dolori e tra i dolori non poteva mancare l’inverosimile furto del guanto di Padre Pio trafugato 5 anni fa da una teca conservata presso l’istituto delle suore di Santa Chiara a San Giovanni Rotondo.

Cionfoli per questo motivo lancia un appello dalle colonne del Barisera: “” è un grave delitto quello compiuto in danno della figura di padre Pio. Ridate la reliquia alla comunità cristiana, è un bene di tutti; è una testimonianza dell’amore del fraticello di San Giovanni Rotondo per tutti noi. A cosa serve trafugare la reliquia? Non siate egoisti, non dovete goderne solo voi, Padre Pio è di tutti i credenti e non. “”  Cionfoli aggiunge. “ per coloro che hanno la reliquia volgo una preghiera accorata:  ravvedetevi, pentitevi, poiché il perdono è una strada percorribile. Fate come me: ho il privilegio di mostrare a tutti un’ampolla contenente una goccia del Santo raccolta nel lontano 1925 che col tempo ha assunto il volto di Nostro Gesù”

Noi di Barisera ci associamo laicamente alla preghiera, raccogliendo l’appello  di speranza di Giuseppe e sosteniamo la richiesta: riconsegnate il guanto!

Franco Marella

Promo