Consiglio regionale: lunedì 16 gennaio presentazione del libro “Geografie emozionali” di Giusy Carminucci

81 Visite

Lunedì 16 gennaio 2023, alle ore 17.00, presso il palazzo del Consiglio regionale della Puglia, via Gentile 52 – Bari, si terrà la presentazione del libro “Geografie emozionali” di Giusy Carminucci, L’Idea editore.

Introduce Anna Vita Perrone, Dirigente della Sezione Biblioteca e Comunicazione Istituzionale.

Dialoga con l’autrice Gianni Antonio Palumbo, Ricercatore di Filologia della Letteratura italiana e Metodologia della critica letteraria, presso l’Università degli Studi di Foggia, poeta e critico letterario.

Interventi musicali del Maestro Andrea Gargiulo, Docente di formazione corale c/o il Conservatorio di Bari, docente delle Università di Foggia e del Salento, pianista Direttore, Compositore.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito delle attività culturali di “Teca del Mediterraneo”. La Biblioteca del Consiglio Regionale della Puglia realizza progetti ed eventi a favore della promozione della lettura, attività destinate a tutti i cittadini. Attraverso i propri servizi si impegna ad accrescere il benessere sociale e a migliorare le abilità e le capacità delle persone, facilitando l’accesso alla cultura, ai documenti e alle informazioni. Sostiene, inoltre, la formazione continua nel rispetto delle diversità culturali.

Ingresso gratuito. Per informazioni: email biblioteca@consiglio.puglia.it –                 tel. 080 540 2770.

Il libro

“Le parole delle poesie suonano per sé stesse… e le eterne malinconie ricavano il disegno di un progetto ad esse destinato. G.C.”

Questa silloge nasce come approccio che osserva e percepisce emotivamente territori a volte come residente e a volte come viaggiatrice.

La natura temporale dell’Essere che abitiamo, ci porta, infatti, a valorizzare il territorio emotivo, sprigionato dai luoghi che abitiamo e a caratterizzare il nostro:

ESSERE tra i luoghi;

INDIVIDUARE confini da cui possono nascere mappe diverse;

ABITARE il limite e la sua mobilità;

EFFETTUARE una ricognizione dello spostamento dei volumi di significato;

CONTROLLARE le migrazioni dei sensi;

INCONTRARE l’essenza dell’Amore sconosciuta a tutte le scienze…

Il filo conduttore della silloge è, dunque, l’Amore in alcune delle sue forme:

Amore per la propria terra,

Amore per un sentimento,

Amore per la vita,

Amore per sé stessi,

Amore per il proprio futuro,

Amore violato

Amore violento

Amore proibito.

Nel libro compaiono alcune poesie dallo stile nuovo e particolare: le Poesie” e viceversa” e le poesie “Cassaforte”.

Le Poesie “E viceversa”, come” Un dedalo di strade” si caratterizzano perché possono essere interpretate, leggendone i versi dall’alto verso il basso

…ma anche dal basso verso l’alto, senza per questo perdere il proprio senso di significato.

Le Poesie “Cassaforte”, come “La litania dell’impossibile” sono brevissimi componimenti, racchiusi in un concetto, che offre ampi spazi ad interpretazioni poliedriche.                           

Nascono, per lo stile, come le poesie ermetiche: ricorrono all’analogia ed alla sinestesia; ma “chiedono” al lettore di essere “aperte” e usate, attraverso il completamento personale ed interattivo di chi ne scopre la combinazione. In taluni casi ci sono dei versi o delle immagini, per l’appunto in “cassaforte” da poter utilizzare per completare, in base al proprio” sentire”, le poesie dell’autrice; in tali altri, invece, ci saranno dei puntini di sospensione o dei righi particolari, che il lettore stesso utilizzerà, per dare ampio spazio alla propria sensibilità.                                                                       

È anche questa una forma di Amore: nei confronti della creatività del lettore.

L’autrice

Docente di Scuola Primaria e poetessa esordiente, Giuseppina Carminucci vive a Mola di Bari, ma è nata a Grottammare, in provincia di Ascoli Piceno, nel 1962. Fino agli anni ’70 vive nelle Marche per trasferirsi successivamente in Puglia, dove compie i suoi studi.  Per alcuni anni fa parte della redazione MCE per I Quaderni di Cooperazione Educativa, con La Nuova Italia Editrice. Da quasi 40 anni è maestra di Scuola elementare, ma si ritiene una semplice facilitatrice dell’apprendimento. La sua cifra è l’empatia. Ideatrice di progetti nazionali di largo respiro, tra cui un Piano Triennale delle Arti (Miur) e realizzatrice di laboratori teatrali e musicali per bambini dai 6 agli 11 anni e di letto -scrittura anche per adulti. Già docente per l’UTE. Attualmente collabora con il settimanale Fax. Nel 2021 ha partecipato come scrittrice di versi, con l’Associazione “Comunicazione plurale”, all’XI edizione de “La Notte Bianca della poesia”, a Giovinazzo. Ama leggere saggi di filosofia, ma la poesia è parte della sua vita. Ha ideato la struttura del testo “Poesie E Viceversa” e “Poesie Cassaforte”. Ed ama pensare che la poesia salverà il mondo.

Promo