Taranto: il sindaco Melucci “sui giochi del Mediterraneo siamo in ritardo ma stiamo lavorando”

85 Visite

 «Nessuno ha negato che siamo in ritardo sul cronoprogramma e bisogna ora essere particolarmente attenti e uniti a tutti i livelli istituzionali ma in mezzo, ci sono stati 17 consiglieri comunali che hanno fermato per quasi otto mesi preziosissimi la corsa dell’Amministrazione comunale, un cambio di Governo, le priorità impreviste dei bilanci regionale e nazionale in relazione ai rincari energetici e dei materiali, una pandemia. Quindi, ostacoli che in molti casi hanno investito il mondo intero, non Taranto soltanto e nemmeno solo i Giochi del Mediterraneo, a vedere le complicazioni attuali delle stesse Olimpiadi Invernali di Milano-Cortina 2026».

È quanto dichiara il sindaco di Taranto e presidente della Provincia ionica, Rinaldo Melucci sui ritardi nell’organizzazione dei giochi del 2026. Il primo cittadino evidenzia «le difficoltà oggettive di una così grande impresa» e a chi critica risponde in modo netto.

Melucci ricorda «i progetti che progrediscono settimana dopo settimana» e che riguardano – tra gli altri – il nuovo «stadio Iacovone e il PalaMazzola e la nuova aerostazione dell’aeroporto di Taranto-Grottaglie».

«E se anche i 150 milioni già garantiti dal Governo e i 50 milioni promessi dalla Regione Puglia, insieme con le partnership private a cui stiamo lavorando, non dovessero risultare del tutto sufficienti, siamo già in intesa con tutti gli stakeholder istituzionali che non verranno limitati in alcun modo i progetti dell’entitling city e si interverrà eventualmente sulla lista di impianti sussidiari, localizzati altrove nel piano originale» annuncia e conclude: «Noi lavoriamo e facciamo il tifo per Taranto 2026, le cose belle e importanti richiedono sforzi e pazienza. E siamo certi che avremo con noi i consiglieri regionali e i parlamentari ionici di ogni schieramento, perché la sfida è dirimente per il futuro del nostro territorio e perché se vince Taranto vinciamo tutti, non è una questione di campanile».

Promo