Lavoro in Puglia, i sindacati: “modificare riforma su Arif”

77 Visite

«Con l’articolo 10 della legge regionale approvata dal consiglio regionale, la Regione a partire dal primo gennaio applicherà il contratto degli Enti locali – oggi in vigore per 740 dipendenti- a tutti. Una scelta che rappresenta un passo indietro rispetto agli impegni assunti in questi anni». Lo dichiarano i segretari regionali di Fai, Flai e Uila, Paolo Frascella, Antonio Gagliardi e Pietro Buongiorno che oggi hanno incontrato il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, l’assessore regionale all’Agricoltura, Donato Pentassuglia e il direttore generale dell’Agenzia. Per i sindacalisti la scelta della Regione è «ingiustificata, anche alla luce delle intervenute novità normative che hanno dissipato ogni dubbio sulla piena applicabilità del contratto di natura privatistica alle amministrazioni pubbliche».

«Il presidente Emiliano si è impegnato a fare tutti gli approfondimenti tecnici, utili a chiudere la delicata questione – concludono Frascella, Gagliardi e Buongiorno nei prossimi giorni chiederemo alla Corte dei Conti di essere auditi, al fine di argomentare i nostri rilievi, corroborati dalle attuali norme vigenti. Nel contempo avvieremo, in tutto il territorio regionale, delle assemblee unitarie per notiziare i lavoratori di quanto potrebbe accadere».

Promo