Casili: “Con ‘Orti di Puglia’, ‘Alberi per il Futuro’ e la riqualificazione del verde urbano aumentiamo gli spazi verdi nei Comuni”

50 Visite

Approvati in Bilancio di previsione gli emendamenti per finanziare le leggi regionali in materia di orti urbani, collettivi, didattici e socio -terapeutici; in materia di qualificazione e valorizzazione del sistema del verde urbano e per la promozione del progetto ‘Alberi per il futuro’, a prima firma del vicepresidente del consiglio regionale Cristian Casili, con una dotazione complessiva di 350.000 euro per questi interventi fino al 2025 e con l’impegno di aumentare le risorse in assestamento di bilancio, per dare vita a piani triennali.

«Serve una maggiore attenzione per i nostri spazi verdi – spiega Casili – e per la rigenerazione degli spazi urbani e d è questa la ratio dei tre provvedimenti. Con il progetto ‘Alberi per il Futuro’ vogliamo migliorare la qualità dell’aria, mitigare gli effetti dei cambiamenti climatici e contrastare l’inquinamento, sostenendo i Comuni che intendono accrescere le aree verdi in ambito urbano e periurbano con un contributo alle amministrazioni per la progettazione e l’esecuzione di questi interventi. 

Con l’iniziativa ‘Orti di Puglia’ si intende favorire la nascita di orti urbani, collettivi, didattici e socio-terapeutici, con il coinvolgimento dei Comuni e degli istituti scolastici che parteciperanno alla realizzazione delle esperienze sui territori, con un investimento da parte della Regione. Gli scopi principali della proposta sono quelli di valorizzare, condividere e diffondere le conoscenze in campo alimentare e agricolo, prevedendo il coinvolgimento e la partecipazione di esperti, e di offrire alle famiglie una forma nuova e integrativa di approvvigionamento alimentare, all’interno di un contesto ricreativo.

Con la proposta in materia di qualificazione e valorizzazione del sistema del verde urbano ci proponiamo di dare una maggiore attenzione nella definizione degli strumenti per orientare la gestione delle aree verdi nei Comuni pugliesi secondo i principi della Strategia Nazionale, permettendo una efficiente integrazione dei principi della Strategia negli strumenti comunali di pianificazione del territorio e nell’elaborazione dei Piani comunali del verde, affidando ai Comuni il ruolo di attori protagonisti nella complessa sfida di una pianificazione urbana resiliente. 

Non possiamo solo continuare a parlare di tutela dell’ambiente, senza difendere il verde già esistente e continuando a permettere l’abbattimento di alberi e l’aumento del consumo di suolo. Serve una inversione di tendenza e i provvedimenti approvati in bilancio sono tutti organici a sviluppare un nuovo percorso per tutelare e valorizzare il sistema verde dei nostri contesti urbani».

Promo