Coldiretti consegna ai vescovi di Puglia una statuina in cartapesta florovivaista

90 Visite

Una statuina in cartapesta realizzata dal maestro artigiano leccese Claudio Riso che intende dare speranza a un settore piegato dagli aumenti dei costi dell’energia.

È la florovivaista che sarà consegnata in Puglia a tutti i vescovi da Coldiretti, Confartigianato e Fondazione Symbola.

L’obiettivo dell’iniziativa è aggiungere al presepe figure che ci parlino del presente ma anche del futuro. Il personaggio è «un’idea inedita per parlare di un’agricoltura plurale e differenziata, che produce cibo e insieme, beni immateriali indispensabili per la qualità della vita».

In provincia di Lecce il settore florovivaistico rappresenta ben il 12,4% della produzione agricola, mentre in provincia di Bari il settore florovivaistico costituisce il 5,8% del valore della produzione agricola. In realtà, confrontando la distribuzione delle aziende per classi di superficie, si registra che, in termini di dotazione in fattore “terra”, le aziende pugliesi sono mediamente più grandi della media nazionale.

Delle 853 aziende floricole il 65% si colloca tra 1 e 5 ha mentre a livello nazionale la stragrande maggioranza delle aziende (58,2%) ha una superficie inferiore a un ettaro. Fondazione Symbola, Confartigianato, Coldiretti «vogliono portare un loro contributo, volto a diffondere la straordinaria attualità e forza di questa narrazione gentile», si legge in una nota in cui si sottolinea che il presepe «attraverso i suoi personaggi serve anche a raccontare la realtà della vita di tutti i giorni e quindi insieme al Bambinello troviamo fra gli altri, artigiani, casalinghe, filatrici, agricoltori, pastori e gli animali, dal bue all’asinello della Natività, dalle pecore alle caprette, dalle oche alle galline, fino a cani e gatti per rappresentare la multiforme dimensione del Creato che parte proprio dalla terra».

Promo