Galante (M5S) chiede l’audizione per il completamento dell’attivazione del dipartimento di medicina a Taranto

52 Visite

«Un futuro diverso per Taranto passa anche dal completamento dell’attivazione del corso di medicina. Per farlo sono necessarie la realizzazione del dipartimento biomedico e la clinicizzazione, ovvero la creazione di cliniche universitarie nei reparti. Il tutto per arrivare poi al policlinico universitario all”interno del nuovo ospedale San Cataldo.

Nel corso dell’ultimo incontro del tavolo tecnico istituito in Regione era stato definito un cronoprogramma per arrivare al Dipartimento e oggi il direttore Montanaro mi ha confermato che a breve partiranno tre clinicizzazioni delle sette previste. È importante far capire alla città che si sta lavorando per mantenere gli impegni presi. Dobbiamo scongiurare il rischio che venga revocato l”accreditamento provvisorio da parte dell’ANVUR per la mancanza dei requisiti previsti».

Così il capogruppo del M5S Marco Galante che sulla facoltà di medicina a Taranto chiede l’audizione in Commissione VI  del direttore della Asl ionica Gregorio Colacicco, dell’assessore alla Formazione e Lavoro Sebastiano Leo, del sindaco di Taranto Rinaldo Melucci, del direttore del dipartimento salute regionale Vito Montanaro, del preside della Scuola di Medicina di Bari e Taranto Alessandro Dell’Erba, del Magnifico Rettore dell”Università degli studi di Bari ‘Aldo Moro’ Stefano Bronzini, della  dirigente responsabile della Formazione della asl di Taranto Margherita Taddeo e del direttore generale dell’Asset Elio Sannicandro

«Bisogna far fronte – continua Galante –  anche alle criticità strutturali evidenziate nella ex sede della Banca d’Italia, dove ha sede Medicina., per questo abbiamo chiesto di audire l’ingegner Sannicandro. Questioni sollevate anche dal sindaco Melucci, che ha ha convocato l’incontro con la Asl, il dipartimento regionale Salute e il commissario dell’azienda ospedaliera San Cataldo Michele Pelillo, in cui affrontare anche il problema del Pronto Soccorso del Santissima Annunziata di Taranto, ormai al collasso. Capiamo la preoccupazione del primo cittadino, che ha tra le priorità quella di risolvere l’emergenza nel pronto soccorso tarantino, ma la questione università non è tra quelle di competenza del commissario Pelillo. Le questioni medicina d’urgenza e dipartimento medicina vanno affrontate su tavoli diversi. È necessario – continua Galante – definire insieme all’università, alla Regione e la Asl il percorso per il completamento dell’attivazione del corso di laurea ed i fondi necessari».

Promo