Taranto: giro di vite della Guardia Costiera contro la pesca abusiva

125 Visite

Tre distinte operazioni della Guardia Costiera di Taranto contro la pesca abusiva nell”oasi naturalistica del secondo seno del Mar Piccolo, dove nidificano molte specie protette, fra cui i fenicotteri. Sequestrate a pochi metri dalla riva cinque reti da posta, una rete a strascico e una bombola d”ossigeno utilizzata da un sub.

Inflitte multe per 3000 euro, il pescato è stato invece distrutto. sequestrati anche 30 quintali di cozze nere caricate su un autoarticolato che non potevano essere vendute perché pescate in specchi d”acqua inquinati.

Promo