Consiglio regionale: le surroghe dei consiglieri dimissionari e la convalida dei consiglieri Romito e Cera

66 Visite

Dando seguito ai primi punti all”ordine del giorno della seduta consiliare, si è proceduto con le surroghe dei consiglieri regionali Davide Bellomo e Giandiego Gatta, eletti alla Camera dei Deputati, a seguito della formalizzazione delle loro dimissioni, a cui è seguita la convalida dei consiglieri regionali subentranti Fabio Saverio Romito e Napoleone Cera, primi dei non eletti rispettivamente nel Collegio di Bari per la lista La Lega e nel Collegio di Foggia per la lista di Forza Italia, alle elezioni regionali del settembre 2020.  

Fabio Saverio Romito, nato il 9 aprile 1988 a Bari, residente a Bari, è avvocato e dottore di ricerca, dirigente presso il Ministero dell’Istruzione, docente di diritto tributario internazionale presso l’Università Cattolica di Tirana.

Politicamente attivo fin da ragazzo, ha iniziato la propria attività dal Consiglio d’istituto del Liceo Fermi di Bari, per poi approdare in Consiglio di Facoltà a Giurisprudenza, sempre eletto.

La carriera nelle istituzioni comincia invece dall’elezione a 21 anni nel Consiglio della Terza Circoscrizione di Bari Picone Poggiofranco, nel 2014 viene nominato assessore provinciale alla pubblica istruzione, politiche giovanili e fondi comunitari. A maggio dello stesso anno viene eletto in Consiglio Comunale a Bari risultando il più giovane dell’Assemblea. Viene riconfermato alle elezioni del 2019, dopo aver partecipato alle primarie per l’individuazione del candidato sindaco di centrodestra. 

Napoleone Cera, nato il 27 ottobre 1980 a San Giovanni Rotondo e residente a San Marco in Lamis (FG). È laureato in giurisprudenza e dipendente di ENEL ENERGIA Spa dove si occupa di affari istituzionali. Già consigliere regionale eletto nella circoscrizione di Foggia alle elezioni regionali del 2015, per la lista i Popolari di cui è stato capogruppo. Ha ricoperto la carica di segretario della Commissione consiliare al bilancio e componente della Commissione alle riforme istituzionali. 

Nel 2006 e nel 2011 è stato eletto consigliere comunale di San Marco in Lamis.

Promo