Audizioni su concorsi Regione Puglia, “procedure regolari”

155 Visite

Su 133 mila candidature per i concorsi indetti dalla Regione Puglia, al momento non risultano esserci ricorsi davanti al Tar contro le graduatorie approvate ma solo «qualche decina» in sede di autotutela.

E’ quanto confermato oggi durante le audizioni in II commissione del Consiglio regionale pugliese convocate per fare chiarezza sulle modalità adottate per la valutazione dei titoli, utile all’idoneità dei candidati, dopo le polemiche sorte in estate. L’assessore al Personale Gianni Stea ha assicurato che le commissioni esaminatrici hanno attuato alla lettera le linee guida dettate dal bando e ha annunciato che entro la fine di novembre dovrebbero essere pronte tutte le graduatorie finali.

Il direttore del dipartimento ha confermato che allo stato attuale non risulta nemmeno un ricorso in sede giurisdizionale, ma solo in sede di autotutela qualche decina di ricorsi. Su 52 profili professionali indetti, sono state espletate 27 procedure, con la pubblicazione della graduatoria.

Promo