Emiliano alla presentazione del 74/esimo Prix Italia: Puglia, la regione che produce più energia alternativa

76 Visite

 Il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha partecipato ieri pomeriggio alla presentazione della 74ª edizione di Prix Italia, il Concorso internazionale promosso dalla Rai che premia il meglio delle produzioni tv, radio e web e che quest’anno si svolge a Bari: dal 4 all’8 ottobre, cinque giorni di incontri internazionali, dibattiti, masterclass, anteprime e proiezioni. Un’edizione dedicata alla sostenibilità e realizzata in collaborazione con Regione Puglia e Pugliapromozione «Il Prix Italia – ha dichiarato Emiliano – è una splendida manifestazione della Rai che consente a tutte le televisioni e le radio del mondo di confrontarsi e poi ovviamente di individuare le opere maggiormente significative. Per la nostra regione è di grande prestigio ospitare un evento di questo genere, dedicato quest’anno alla sostenibilità. Sostenibilità significa innanzitutto sostenibilità dei principi, dei valori, della democrazia, dell’accoglienza, della tolleranza e della pace. E poi significa anche premiare la regione italiana che produce più energia alternativa, che ha varato un piano di decarbonizzazione della sua acciaieria più pericolosa, e infine che ha il mare più pulito di Italia, grazie agli investimenti fatti sulla depurazione delle acque». 

«Il turismo in Puglia – ha concluso Emiliano – non è solo business, ma reale volontà di accoglienza e di condividere con il mondo esperienze, valori e amicizie».

«Condivisione, sostenibilità e comunicazione di contenuti: questo il messaggio che vogliamo lanciare in tutto il mondo attraverso i più grandi broadcaster internazionali – ha spiegato Rocco De Franchi, direttore Comunicazione Istituzionale della Regione Puglia- Dopo tappe importanti e prestigiose in tutta Italia, Bari e la Puglia abbracciano il Prix Italia con il suo messaggio più vivo e più vero: la Puglia è terra di accoglienza che non è ospitalità di maniera, ma condivisione di esperienze e di culture. Non solo accogliamo i visitatori che stanno accorrendo numerosi per seguire tutti gli eventi che Rai mette a disposizione gratuitamente alla nostra comunità, ma anche dare un contributo di riflessione in un momento in cui la comunicazione ha bisogno di profondità e non soltanto della velocità dei social network».

«Quando abbiamo trovato l’accoglienza della Puglia, abbiamo immediatamente capito che questa 74esima edizione non potesse che essere dedicata alla sostenibilità. Abbiamo quindi creato ‘Sustainable Me’, un albero meraviglioso che naturalmente ricorda l’Ulivo: un incrocio di broadcaster internazionali che portano linfa fino al fogliame e il fogliame richiama sia gli obiettivi dell’Onu del 2030, ma richiama anche i colori del territorio della Puglia, a cominciare dal mare. Arriveranno delegazioni da tutto il mondo». Ha affermato Chiara Longo Bifano, segretaria generale del Prix Italia. «Prix Italia è una comunità che conta oltre 130 broadcaster, dalla Korea del Sud, all’Argentina, da Cuba al Camerun, che è entrato proprio da poco. Abbiamo Cuba, abbiamo il Benin, abbiamo il sud Africa. Il Prix Italia è un unicum nel suo genere, premia il meglio delle produzioni dei broadcaster di web tv e radio e il premio viene aggiudicato con una procedura molto complessa, fatta da 100 giurati che vengono nominati dagli stessi broadcaster. La premiazione ci sarà venerdì pomeriggio, con i vincitori di questi programmi meravigliosi, che si potranno vedere a Bari: sono prodotti internazionali di una bellezza incredibile».

Promo