Taranto: malore durante “Aquathlon”. Provvidenziale l’intervento di un poliziotto

111 Visite

Durante la gara nazionale di “Aquathlon” che si è svolta ieri a Taranto un poliziotto in servizio di pattugliamento a bordo dell’acquascooter lungo il Canale Navigabile ha soccorso una giovane nuotatrice in evidente difficoltà che aveva chiesto aiuto, agitando le braccia, e poi era andata sott’acqua senza più riemergere.

L’agente si è tuffato per cercare di riportarla a galla ma le operazioni di salvataggio, complice anche le correnti marine che la spingevano a largo, sono state particolarmente complicate. Il poliziotto, con l’ausilio di un altro collega, è riuscito a caricare a bordo il corpo privo di sensi della giovane atleta e ad arrivare alla banchina nelle adiacenze del Castello Aragonese, dove ad aspettarlo erano pronti già i sanitari del Marina Militare che nel frattempo erano stati allertati via radio. La ragazza, dopo le prime cure, è stata trasportata al Pronto soccorso dell’ospedale SS. Annunziata dove è stata ricoverata e, stando a quanto riferisce una nota della Questura, si è ripresa dopo alcune ore. 

Promo