Sanità in Puglia: tra stanziamento di fondi e slittamento dei tempi

72 Visite

Slitta al 18 novembre prossimo il termine per l’ultimazione dei lavori dell’ospedale “San Cataldo” di Taranto, inizialmente fissata al 10 agosto prossimo.

È quanto emerso nel corso dei lavori della commissione consiliare Bilancio che ogni mese fa il punto sui lavori in corso relativi alla costruzione dei nuovi ospedali in Puglia. La struttura ionica è completa per il 73% e le unità lavorative impegnate sono 320 su tre turni. Si sta procedendo alla parte di impiantistica e all’allestimento degli ascensori. Mancano però i 105 milioni di euro necessari per l’acquisto di arredi e attrezzature su cui l’assessore regionale alla Sanità della Puglia, Rocco Palese ha confermato il massimo l’impegno affinché venga emesso quanto prima dal Governo nazionale, il decreto di assegnazione delle risorse a valere dei fondi europei, per le quali è stata interessata la struttura della commissione europea.

Sull’ospedale di Andria invece, Palese che garantito la disponibilità dei 150 milioni di euro in aggiunta ai 138 già impegnati per la realizzazione dell’opera e renderla di II livello. Si aspetta ancora la sottoscrizione del contratto per l’aggiudicazione della progettazione definitiva invece, del nuovo ospedale del sud Salento Maglie-Melpignano mentre va avanti la verifica degli atti di gara. Per la struttura ospedaliera di Molfetta-Bisceglie, i dirigenti della Asl Bat hanno spiegato che sono state realizzate due ipotesi di studio di fattibilità che saranno trasmesse alla commissione e ai sindaci.

Promo