Il Capogruppo Bellomo interviene sull’assenza dei presidi sanitari di prima urgenza in Puglia

95 Visite

«Il governo regionale si attivi subito per evitare che, come è accaduto a San Nicandro Garganico, in provincia di Foggia, vengano affissi in quasi tutta la Puglia cartelli che annunciano l’assenza dei servizi di guardia medica e medico-infermiere del 118»

Lo dichiara Davide Bellomo, capogruppo della Lega nel Consiglio regionale della Puglia che definisce «un’autentica vergogna» quanto accaduto.

«Il governo regionale ha l’obbligo di assicurare il servizio del 118 nel foggiano e in tutte le province pugliesi – aggiunge – Si dia immediatamente sviluppo a quel progetto, che con colpevole ritardo è ancora in fase embrionale, di una postazione che diventi territoriale e sia in grado di accorpare il personale medico di due o più località limitrofe».

«Una soluzione emergenziale che consentirebbe però di non lasciare scoperte e senza assistenza alcune zone importanti della nostra regione. Il 118 diventerebbe matematicamente il 59 o, peggio ancora il 39,3 periodico, ma almeno si eviterebbe l’ennesima brutta figura», conclude.

Promo